in foto: Marc Marquez porge un mazzo di rose alla sua Honda / Instagram

Finalmente si riparte: ancora poche ore e scatterà la seconda sessione di test ufficiali della MotoGP. Da mercoledì 15 a venerdì 17 febbraio i piloti e i team della classe regina saranno in pista a Phillip Island, in Australia, per tre giorni di collaudi su un circuito totalmente diverso da quello di Sepang dove due settimane fa hanno avuto il primo contatto con le novità della nuova stagione. Osservate speciali saranno le gomme Michelin e i rookie all’esordio in top class, tra cui Johann Zarco e Alex Rins. Proprio quest’ultimo, ad anticipare uno dei temi della vigilia, ovvero i programmi per il giorno di San Valentino: un pranzo con la sua nuova Suzuki sulla pit-lane del circuito australiano.

A post shared by Alex Rins 42 (@alexrins) on

Aria di romanticismo a Phillip Island anche per Maverick Vinales che nonostante si sia da poco lasciato con la quattro volte campionessa del motocross, Kiara Fontanesi, ha comunque pubblicato sul suo profilo uno scatto con la sua nuova ‘amata' accompagnando la foto con un eloquente “You and Me” e un piccolo cuore rosso che precede la parole “felice” in riferimento ai test che scatteranno domani. Nei precedenti collaudi a Sepang, come anche a Valencia, il neoacquisto della Yamaha non ha smentito le sue qualità da “Top Gun” della MotoGP, siglando il miglior riferimento dei tre giorni in Malesia, seguito da Andrea Iannone e dal campione del mondo in carica Marc Marquez.

A post shared by Maverick Viñales (@maverickvinales25) on

“Felice giorno di San Valentino” scrive sui suoi profili social Marquez, regalando un mazzo di rose alla sua Honda, in ginocchio, come se fosse una proposta di matrimonio. I riscontri di Sepang hanno lasciato non pochi dubbi sulle tre differenti versioni di motore portate da HRC in Malesia, quello a scoppi regolari utilizzato nel 2016, l’evoluzione a scoppi irregolari (big bang) già vista nei test della passata stagione e una ulteriore versione 2017, riconoscibile dalla lunga marmitta. Nonostante l’ultima evoluzione, il problema sempre essere legato sempre alla difficile gestione della potenza in accelerazione e alla fine dei tre giorni di test a Sepang, el Cabroncito non era apparso particolarmente soddisfatto nonostante il suo gap dal riferimento fosse contenuto in meno di 1 decimo e mezzo.

A post shared by MotoGP (@motogp) on

Più classici invece, gli auguri dei piloti che hanno una compagna ‘vera', come quelli di Cal Crutchlow che ha festeggiato San Valentino con una video chiamata con sua moglie Lucy Heron e sua figlia Willow, o come quelli del neoacquisto dell'Aprilia, Aleix Espargaro che su Instagrarm condivide una foto insieme a Laura Montero e i suoi due cani, dichiarando il proprio amore.

A post shared by Cal Crutchlow (@calcrutchlow) on

A post shared by Aleix Espargaro (@aleixespargaro) on

In rete anche la dichiarazione di Andrea Iannone per Belen Rodriguez: “Come non poterti amare” scrive il pilota di Vasto nel pubblicare una foto in cui abbraccia la showgirl argentina in rigorosa tuta Suzuki che lascia intravvedere generose curve.

A post shared by Andrea Iannone (@andreaiannone) on

Giornata speciale anche per Valentino Rossi che festeggia il suo onomastico. Gli auguri ufficiali al Dottore sono arrivati dal sito ufficiale MotoGP nell’attesa di rivedere il campione di Tavullia pista al fianco del talentuoso nuovo compagno di box. Il pesarese a Sepang aveva chiuso ad appena 2 decimi dal riferimento ma con il sesto tempo assoluto, dietro ad Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa. Vera sorpresa dei test, invece, Alvaro Bautista che in sella alla Ducati del team Aspar ha mostrato un grande feeling con la sua nuova GP16.

A post shared by MotoGP (@motogp) on

Ha invece cominciato a comprendere il carattere della Desmosedici GP, Jorge Lorenzo, che oltre ad apprezzare la potenza “shock” del motore, ha iniziato un processo di adattamento del proprio stile di guida alla nuova moto. “Con la Yamaha ero abituato a staccare prima mentre la Ducati va guidata in modo diverso” aveva ammesso lo spagnolo in Malesia, per poi contenere in poco meno di 4 decimi il ritardo dalla vetta. Secondo Dovizioso, invece, con la GP17 “si può giocare di più e rimediare a un eventuale errore”. Un passo avanti importante in termini di guidabilità e sottosterzo, uno dei punti deboli delle precedenti versioni.

A post shared by MotoGP (@motogp) on

Confermata l’assenza di Tito Rabat che dopo l’infortunio rimediato nella brutta caduta nell’ultimo giorno di test a Sepang non ha ancora riacquistato la completa mobilità al ginocchio. Il pilota del team Marc Vds sarà però in Qatar, per i test che inizieranno il 10 marzo, due settimane prima della gara inaugurale, sempre sotto i riflettori del circuito di Losail, in calendario il 26 marzo.