in foto: Valentino Rossi / GettyImages

Due podi nelle prime due gare stagionali, dopo due fine settimana in salita, conclusi entrambi con un piazzamento che, viste le difficoltà del weekend, non era per nulla scontato: Valentino Rossi sbarca negli Usa per il Gp delle Americhe, sul circuito di Austin, in Texas, con il secondo posto in classifica piloti e 14 punti di ritardo dal nuovo compagno Maverick Vinales che in Qatar e poi in Argentina ha trionfato in sella alla Yamaha.

Rossi: "Ad Austin ho un conto in sospeso"

Un avvio di stagione importante per il pesarese che ad Austin è determinato a cambiare marcia per puntare alla prima vittoria stagionale a 13 anni dal suo primo trionfo con la Yamaha (18 aprile 2004, Welkom, GP Sud Africa) che per la Yamaha si tradurrebbe nel trionfo numero 500 nel Motomondiale. Tuttavia, nelle quattro edizioni del Gp delle Americhe disputate al Cota, il pesarese è riuscito a salire solo una volta sul podio, terzo nel 2015, mentre lo scorso anno era incappato in una caduta che lo aveva costretto al ritiro.

Sono contento di essere in Texas. La pista di Austin mi piace molto come anche l'atmosfera al circuito, vengo qui sempre molto volentieri – premette Valentino Rossi – Le prime due gare della stagione sono andate bene e spero di migliorare le prestazioni dei primi giorni di prove libere. C’è molto lavoro da fare, ma ho fiducia nella mia moto e nel mio team.

Austin è una pista molto difficile ma mi piace correre qui. Ho un conto in sospeso con questa pista perché l'anno scorso nel warm-up avevo fatto un grande passo in avanti ma purtroppo in gara ho fatto un errore. Quest'anno voglio provare a fare una bella gara.

Vinales in agguato: “Posso fare un altro buon weekend”.

Il fine settimana di Austin sarà un ritorno alle origini per Maverick Vinales che sul circuito texano ha vinto la sua prima gara in Moto2, assicurandosi un secondo posto in Moto3, mentre in MotoGP il suo miglior piazzamento è stato un quarto posto, appena fuori dal podio, lo scorso anno in sella alla Suzuki. Per il ‘Top Gun' catalano sarà la prima volta al Cota in sella alla Yamaha e la curiosità sarà nel capire se lo strepitoso talento brillerà allo stesso modo in cui ha inseguito le prime due vittorie stagionali.

Sono contento di tornare ad Austin, qui ho vinto la mia prima gara in Moto2 e sono sempre stato molto forte. In America ho anche fatto uno dei miei migliori risultati in MotoGP, l'anno scorso, quindi penso che sia una buona pista per il mio stile di guida – spiega Maverick Vinales – Amo i saliscendi del tracciato e non vedo l'ora di vedere come andrà la mia M1 e come mi sentirò in sella alla Yamaha. Sono fiducioso e so che posso fare un altro buon weekend.