Ha onorato con un secondo posto la pietra miliare dei 350 Gp in carriera: Valentino Rossi non finisce mai di stupire e regala spettacolo nel Gp d’Argentina. Scattato dalla settima casella dello schieramento di partenza, il pesarese ha recuperato posizioni nelle prime fasi fino a portarsi alle spalle di Cal Crutclhlow, archiviato a sette giri dal termine. Podio numero 223 per il Dottore che in classifica agguanta la seconda posizione a 14 punti di ritardo dal leader e compagno di squadra Maverick Vinales.

in foto: Valentino Rossi durante l'intervista al backdrop / Sky Sport

Super sorpresa o solita magia? Non è una magia, è che noi lavoriamo così – premette Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport – sembra che con questa moto dobbiamo sempre soffrire nelle prove. E poi io sono uno che ci arriva step by step. Anche qui abbiamo fatto un grande lavoro, questa mattina nel warm up abbiamo provato tante cose. Come posizione, sembravo un po’ più lontano del Qatar e anche come passo, mi mancava un po’ ma ero abbastanza costante. È stata una grande gara, più bella del Qatar, perché sono stato competitivo dall’inizio alla fine, mi sono sentito meglio sulla moto, anche fisicamente ho lavorato tanto e oggi ero più in forma.

È stato bello perché ho potuto spingere dall’inizio alla fine e anche perché sono riuscito a battere Crutchlow che oggi andava molto forte e che sapevo che sarebbe stato lui il mio avversario per salire sul podio. Poi Marquez è caduto e ci siamo giocati il secondo posto.

Qui ero un po’ più vicino, nel senso che non bisogna farsi ingannare dalle prove, perché noi ci concentriamo sempre più sul passo. Questa mattina con la ria moto ero nei primi, poi ho provato un’altra cosa per capire delle cose per la gara e in gara siamo riusciti a mettere a posto anche in staccata era più stabile, è stata una bella gara. In Qatar ho fatto più fatica, qui ero veloce fino alla fine”.

La base del Qatar è stata una buona partenza anche qui ma abbiamo dovuto lavorare e metterla a posto. Dopo il Qatar pensavo di arrivare qui ed essere nei primi cinque o sei, invece sono tornato ad essere 16°. Boh, e anche per scaramanzia non dico più niente. Ma se dobbiamo scegliere un giorno per essere veloci, la domenica mi sembra quello migliore.

Aggancio a Vinales? Ha fatto un precampionato perfetto e in queste due gare è stato perfetto. Anche oggi è stato chiaramente il più veloce, ma ci proviamo!