Il fine settimana del Gp della Repubblica Ceca era partito con qualche difficoltà, ma nel sabato di Brno Valentino Rossi ha reagito fin dalle libere 3, veloce ed efficace già al mattino di una giornata iniziata con il ritmo giusto. Confermato il passo nelle libere 4, chiuse con il terzo tempo a ridosso dei primi, il pesarese è riuscito a inserire la sua Yamaha nella morsa delle Honda ufficiali, secondo in qualifica a poco meno di 1 decimo dal poleman Marc Marquez.

Sono molto contento perché volevo partire in prima fila. Questa mattina avevo visto che il mio potenziale con la gomma morbida era buono, la moto si guida molto bene, abbiamo trovato un buon bilanciamento e oggi è andata anche meglio. Naturalmente a meno di 1 decimo è un peccato per la pole ma sono molto contento, è stata una bella sessione – sono state le parole di Valentino Rossi al parco chiuso.

in foto: Valentino Rossi al parco chiuso a Brno / MotoGp.com

Rossi: "Prima fila importante"

Un importante passo in avanti per il Dottore arrivato in termini di setting sull’asciutto, sul quale è riuscito a trovare una buona prima fila in ottica gara, considerate anche previsioni meteo che danno pioggia per la giornata di domani.

Stamattina abbiamo fatto un bel passo e abbiamo trovato un buon bilanciamento – ha aggiunto ai microfoni di Sky Sport – Avevo visto che con la gomma morbida potevo già essere competitivo, perché stamattina ero già terzo. Poi la qualifica è stata bella perché con la seconda gomma ho fatto un bel giro e sono riuscito a guidare bene, senza fare errori.

Sono contento perché partire in prima fila è importante, perché con le gomme da gara siamo un po’ più in difficoltà. Le Honda hanno un passo un po’ migliore del nostro perché riescono a sfruttare meglio la gomma posteriore e a consumarla meno. Quindi toccherà fare tutto dal primo giro per arrivare sul podio perché, secondo me, Vinales, Dovizioso, Crutchlow e anche Lorenzo possono essere veloci.

Sono contento perché quest’anno non si sa mai. Potevano arrivare qui e essere in difficoltà. Invece sono stato in tutti i turni molto veloce. Adesso dovremo vedere se riusciremo a migliorare questo problema dello sfruttamento della gomma posteriore, cercare di usarla un po’ meno e vedere che temperatura c’è perché si può correre sia con le medie che con le dure. Con la media sono andato bene però è dura fare 22 giri. Vedremo domani com’è. Io spero in una gara asciutta però ieri con la pioggia sono stato quinto ed ero veloce. E in caso di pioggia è ancora più importante partire in prima fila”.

A post shared by vr46followers (@vr46followers) on