Miglior qualifica stagionale, la “prima” del mondiale come etichettata da Valentino Rossi che nell’assalto al tempo del Gp delle Americhe ha trovato un ottimo terzo tempo che vale la prima fila dietro al poleman Marc Marquez e al compagno di squadra Maverick Vinales. Alle prese con una giornata faticosa per le condizioni di un asfalto più freddo durante la giornata, il pesarese ha rischiato nelle prime fasi del turno per un contatto con Vinales che sopraggiungeva alle sue spalle. Incomprensione in pista tra i due, poi conclusasi al parco chiuso con una stretta di mano.

in foto: Valentino Rossi al parco chiuso di Austin / GettyImages

Oggi era molto importante, intanto perché era la prima vera qualifica dell’anno perché nelle prime due gare è stato sempre bagnato e addirittura in Qatar non le abbiamo fatte, quindi era importante vedere il mio potenziale nei 15 minuti – ha spiegato Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport – Mi sono trovato molto bene con la moto, molto bene con il setting e con il grip, spevo di poter fare un bel giro se avessi avuto pista libera. Quindi ho cercato di spingere forte e ce l’ho fatta a fare l’ultimo giro per qualche secondo, sono stato fortunato.

È molto importante partire in prima fila perché sembra che Marquez e Vinales abbiano un passo un pochino meglio, però dietro anche Zarco e Pedrosa vanno forte, quindi stare lì è importante.
Ieri è andata meglio del previsto, oggi invece con il freddo ho fatto molta fatica. C’erano delle condizioni pericolosissime, ci sono state tante cadute, non era bello guidare. Quindi alla fine, essere venuto fuori in qualifica e partire in prima fila è molto importante.

Strategia di gara? Bisogna cercare di partire forte, fare il primo giro forte e poi vedere perché le gara è molto lunga. È sempre difficile fare queste strategie a tavolino prima, bisogna vedere cosa succede. Poi, prima della gara, sinceramente, c’è tanto lavoro da fare domani mattina nel warm up, e anche la scelta delle gomme sarà importante

Il contatto con Vinales? Ho visto Vinales che sfaceva un segno ma non ho capito sinceramente cosa è successo. Ma tutto ok, siamo amici. Voglio rivedere in tv. Io stavo facendo il mio giro, mi hanno detto che ci siamo toccati ma non ho sentito niente. Però tutto ok.