Non inizia nel migliore dei modi il fine settimana di Valentino Rossi in Argentina, secondo round del calendario MotoGP sul circuito di Termas de Rio Hondo. Solo 16° al termine della prima giornata di libere, il pesarese ha pagato 1 secondo di ritardo dal riferimento siglato dal compagno di squadra Maverick Vinales che ha chiuso con il miglior riferimento il primo giorno di prove. Come il catalano, il Dottore è ripartito dalla configurazione utilizzata in Qatar, ma a differenza del teammate  le modifiche fatte durante la giornata gli hanno fatto perdere grip al posteriore.

in foto: Valentino Rossi / GettyImages

Speravo di partire dal feeling avuto in gara Qatar invece purtroppo non riesco a guidare bene la moto – ha analizzato Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport – I problemi sono sempre quelli che avevo nei test e nelle prove in Qatar. Abbiamo provato a modificare un po’ di cose ma siamo abbastanza lontani dai primi, quindi domani dovremo cercare di provare qualcos’altro.

La pista rispetto allo scorso anno era abbastanza pulita ma ci sono tante buche. Di anno in anno sta peggiorando molto, specialmente nella prima parte.

Siamo in 16 in meno di 1 secondo e ci tanti top rider in difficoltà e outsider che sono molto veloci. Domani sarà importante per i primi dieci, però siamo abbastanza lontani, bisognerà cercare di fare molto meglio – ha concluso.