in foto: Valentino Rossi e Maverick Vinales sul podio del Gp d'Argentina / GettyImages

Valentino Rossi, Maverick Vinales e Marc Marquez: questo sono i tre piloti che occupano le prime tre posizioni in classifica dopo tre le prime tre gare del campionato MotoGP 2017. Ad Austin, Il pesarese ha ritrovato la vetta iridata dopo 532 giorni dal fattaccio di Valencia 2015, diventando di fatto il leader del mondiale più “vecchio” dal 1949, complice anche la caduta di Vinales che negli Usa è rimasto a bocca asciutta dopo aver dominato tutti i test invernali e vinto i primi due GP, in Qatar e Argentina. Tuttavia, la battuta di arresto del ‘Top Gun’ catalano secondo Valentino è solo un qualcosa di temporaneo, dettato dalle condizioni della pista molto delicate, dove un anno fa fu proprio pesarese a pagare la prima caduta del 2016.

Rossi: “Vinales fenomeno, resta tra i favoriti”.

Quando gli è stato chiesto se la doccia fredda avesse fatto svegliare Vinales da un sogno, il pilota di Tavullia è stato molto diretto nella sua risposta, mostrando il pieno rispetto per la velocità e coerenza mostrata dal compagno di box nei suoi primi mesi da pilota Yamaha.

Non credo che Viñales stia vivendo un sogno, perché quello che ha fatto finora è stato sorprendente. Tutto quello che abbiamo immaginato, che sarebbe andato veloce, ma ha fatto tutto alla perfezione, nonostante la caduta rimane uno dei favoriti. sono state le parole di Valentino Rossi all’edizione spagnola Motorsport.com.

Al pesarese è stato fatto notare che il passaggio di Maverick Vinales alla Yamaha è in netto contrasto con quello in Suzuki di Andrea Iannone, che ha preso il posto del 21enne catalano sulla GSX-RR. L’abruzzese è 15° in classifica piloti a 47 punti di ritardo dalla vetta mentre Vinales è secondo, a 6 punti dal pesarese.

Vinales, come ha dimostrato con la Yamaha, è un vero e proprio fenomeno – ha concluso.