Non solo i tifosi ma anche tutta la Yamaha sentirà la mancanza di Valentino Rossi, costretto a saltare il suo Gp di casa a Misano a causa della frattura di tibia e perone rimediata nell’incidente di giovedì scorso. Il pesarese si stava allenando con una moto da enduro insieme ai ragazzi dell’Academy sui sentieri di Parchiule, vicino ad Urbania, quando una grossa pietra pare abbia incastrato la gamba destra, provocando la caduta. Trasportato all’ospedale di Urbino e poi trasferito al Torrette di Ancora, Rossi era stato operato nottetempo e dimesso sabato mattina con una prognosi di 30-40 giorni. Un periodo che lo costringerà a saltare sia la gara di Misano che probabilmente quella di Aragon, con rientro previsto a metà ottobre a Motegì, in Giappone. La buona condizione della gamba, che gli ha concesso di iniziare già una leggera fisioterapia, potrebbe consentirgli un rientro già a fine settembre in Spagna, quando saranno trascorsi 22 giorni tra la notte dell’intervento e il primo turno di libere.

Meregalli: "Senza Valentino nuvole griglie sull'evento"

Nel frattempo la Yamaha ha deciso di non schierare alcun sostituto a Misano, dove M1 numero 46 resterà ferma al box, mentre in pista sarà il solo Maverick Vinales a difendere i colori del team ufficiale. Il ‘Top Gun’ catalano avrà quindi il compito di recuperare punti su Andrea Dovizioso e Marc Marquez che in classifica lo precedono di 13 e 4 punti rispettivamente nonché di cercare di portare a casa il massimo risultato per non perdere terreno nel campionato costruttori e in quello team dove la casa giapponese e il team factory sono in vetta al mondiale. Ad ogni modo, quella del campione di Tavullia sarà un’assenza pesante, come testimoniato dalle dichiarazioni della vigilia rilasciate dal team manager Maio Meregalli.

L’incidente di Vale ha gettato un po’ di nuvole griglie sulla gara: al nostro team mancherà. Gli auguriamo tutto il meglio e non vediamo l’ora di riaverlo con noi il prima possibile – sono state le parole di Maio Meregalli – L’intero team ama Misano non solo perché è un bel tracciato, ma anche per l’atmosfera che è sempre speciale. Per il team è una seconda gara di casa per la squadra

Vinales: "Senza di lui è un vero peccato"

Sempre a Misano, tre settimane fa, il team aveva completato una giornata di test privati e le sensazioni erano state particolarmente positive. Un passo in avanti confermato a Silverstone dal doppio podio. “Dopo i test di Misano, abbiamo disputato un ottimo weekend di gara a Silverstone. Maverick è fiducioso e concentrato al 100%, come sempre, a conquistare quanti più punti possibili nella gara di questo fine settimana. E poiché le posizioni in classifica sono molto ravvicinate, non vediamo l’ora che arrivi questo nuovo appuntamento” ha aggiunto Meregalli. D’altra parte, senza compagno di squadra, Vinales si ritroverà da solo nella lotta contro Dovizioso e Marquez.

Purtroppo a Misano correremo senza Valentino e questo è un grande peccato. So quanto sia speciale questo Gp per lui, dal momento che questa è la sua gara di casa, e non sarà la stessa senza di lui. Gli auguro un rapido recupero e spero torni al box il più presto possibile – ha detto Vinales.

Riguardo al weekend sul circuito intitolato a “Marco Simoncelli”, il ‘Top Gun’ catalano si è detto particolarmente motivato, visti anche i buoni riscontri avuti nei test. “Dopo il secondo posto di Silverstone siamo molto motivati, stiamo lavorando nella giusta direzione. Con la M1 comincio ad avere lo stesso feeling di inizio della stagione. Questo mi rasserena e mi permette di concentrarmi sul continuare ad andare a punti ad ogni gara. È molto positivo aver avuto delle buone prestazioni nei test di Misano e abbiamo migliorato molte cose per quanto riguarda il set-up, quindi proverò come sempre a dare il 100% per portare una nuova vittoria alla Yamaha”.