in foto: Tony Cairoli in azione a Valkenswaard – credito fotografico Youthstream

Un GP d’Europa da archiviare con un sorriso tirato per Antonio Cairoli, impegnato più che mai al recupero su Tim Gajser, leader provvisorio del Mondiale. Dopo la vittoria di sabato, nella Qualifying Race, era lecito attendere due grandi gare da parte del pilota KTM, ma lo spettacolo è arrivato solo a metà. Gara 1 si trasforma in un incubo alla partenza, con Cairoli intruppato a centro gruppo ed incapace di districarsi tra gli avversari. Il passaggio al termine del primo giro vede il siciliano otto volte iridato solo in 14esima posizone, mentre in testa alla corsa, Gautier Paulin e Tim Gajser iniziano a prendere il largo.

Gautier Paulin, vincitore del GP d'Europa – credito fotografico Youthstreamin foto: Gautier Paulin, vincitore del GP d'Europa – credito fotografico Youthstream

Gara 1 difficile per Cairoli.

La rimonta di Cairoli in Gara 1 non è redditizia come quella storica messa in scena solo sette giorni fa in Trentino e si conclude con un modesto nono posto alle spalle di Glenn Coldenhoff, ad oltre 37 secondi da Gautier Paulin, vincitore della prima manche davanti a Van Horebeek e Jeffrey Herlings. Da segnalare l’attacco di Nagl e Febvre dai quali Cairoli ha dovuto difendersi nelle battute finali, con i tre contenuti in meno di un secondo  e mezzo sotto la bandiera a scacchi. Gara strana anche per Gajser, partito bene e pronto all’attacco, ma vittima di un errore al quarto giro che ha fatto perdere parecchio terreno allo sloveno, che non riesce a ricucire il distacco con i piloti di testa e che chiude solitario in sesta posizione.

Il riscatto in Gara 2.

Il riscatto di Cairoli arriva all’abbassarsi del secondo cancelletto. Cairoli passa al comando e prende le redini del gioco trainando alle sue spalle il gruppo degli inseguitori. Cairoli prova lo strappo e solo Paulin ed Herlings riescono a tenere il passo, ingaggiando tra di loro un bel duello nel finale. Tim Gajser rimane indietro ma rimedia posizioni grazie anche ad un errore di Van Horebeek. Cairoli vince di misura Gara 2, davanti a Paulin, che si aggiudica il GP d’Europa grazie alla sommatoria punti, e a Jeffrey Herlings. Tim Gajser contiene i danni con un quarto posto finale.

Kiara Fontanesi termina entrambe le gare in MX2.

Lo storico debutto di Kiara Fontanesi, prima ragazza a scendere in pista nella categoria MX2, si conclude sotto la bandiera a scacchi di entrambe le manches. Kiara riesce nell’impresa di portare a termine sia Gara 1 che Gara 2, arrivando a fondo classifica, ma riuscendo a tenere comunque il ritmo intenso imposto dagli avversari uomini. Per Kiara in Gara 1 un 34esimo posto, mentre in Gara 2 il risultato finale è la 32esima posizione. Doppietta di Pauls Jonass che si aggiudica il GP d’Europa.