Vittoria in casa per Antonio Cairoli, che si aggiudica il GP del Trentino, piegando il potere di Tim Gajser, mattatore degli ultimi due appuntamenti iridati. Oggi sul Circuito Ciclamino è stata scritta una pagina che rimarrà nella storia del Motocross, con una rimonta incredibile di Cairoli in Gara 2 che ha portato il siciliano da ripartire dalla quindicesima posizione in partenza fino al secondo posto alle spalle dello sloveno. Cairoli ha messo in pista tutto il suo coraggio e tutto il suo talento, divorando gli avversari con sorpassi incredibili. Gajser archivia il GP del Trentino con la vittoria in Gara 2, ma con tante preoccupazioni sul come si evolverà questo incredibile Mondiale.

in foto: Il podio del GP del Trentino – foto Carrubba

Il Campionato  diventa così ancora più interessante, per la lotta al vertice che vede l’esuberanza del giovane Campione del Mondo in carica contro l’esperienza ed il talento di un mostro sacro del motocross, che di titoli iridati può vantare già otto, e che risponde al nome di Tony Cairoli. Il forte pilota KTM non sbaglia nulla in Trentino e mette a segno un colpo importante, fermando il tentativo di fuga di Gajser. Lo svantaggio di 20 punti viene ridotto proprio nel GP in terra italiana, primo appuntamento delle tappe in terra europea del Mondiale, ma ciò che si è visto in pista mette in luce un Cairoli in forma strepitosa.

Cairoli è arrivato sul Circuito Ciclamino di Pietramurata con la voglia di riprendere il terreno perso nelle trasferte in sud e centro america. Il primo campanello d’allarme per gli avversari arriva già nella Qualifyng Race, vinta davanti a Paulin e Gajser. La replica arriva in Gara 1, dove Gajser prima non riesce a tentare l’attacco su Cairoli, e poi deve cedere ad un sorprendente Tonus. Gara 2 diventa il capolavoro di Cairoli, una pagina memorabile nella storia di questo sport, il tutto supportato dalla incredibile cornice naturale dei monti del Trentino gremiti all’inverosimile da un numerosissimo pubblico di affezionati.

Tony Cairoli in azione davanti ai suoi tifosi – foto Carrubbain foto: Tony Cairoli in azione davanti ai suoi tifosi – foto Carrubba

Gara 1: Cairoli tiene testa a tutti.

Tony Cairoli replica la partenza perfetta fatta vedere ieri nella Qualifying Race e conquista l’Holeshot di Gara 1. Alle sue spalle subito si fa pericoloso Tim Gajser, che nelle battute iniziali pare avere il passo per prendere e superare il pilota KTM. Cairoli forza l’andatura e le posizioni di testa si mantengono invariate, con Arnaud Tonus terzo. Più staccati Paulin, Desalle e Van Horebeek. Gajser perde il ritmo a circa metà gara e Tonus passa in seconda posizione. Cairoli controlla e taglia per primo la bandiera a scacchi davanti al suo pubblico. Tonus segue a 2 secondi e 278 millesimi, mentre Gajser chiude terzo (+6.158).

Gara 2: il capolavoro di Cairoli.

Partenza difficile per Cairoli, che rimane intruppato a centro gruppo alla prima curva, mentre Gajser prende il largo seguito da Bobryshev. Cairoli abbassa la testa e mette in scena il miracolo pasquale, con una rimonta che lo riporta a prendere il gruppo di testa, liberandosi degli avversari con sorpassi in volo e con blocchi in stile Supercross. Cairoli ottiene il secondo posto alle spalle di Gajser, con 4 secondi e 165 millesimi di gap. Terzo è Bobryshev. Il podio del GP del Trentino vede nell’ordine Cairoli, Gajser e Tonus.