in foto: Tony Cairoli, quinto podio di fila in Svizzera / Mxgp.com

Mondiale più vicino per Tony Cairoli: sul fango di Frauenfeld, in Svizzera, il fuoriclasse siciliano è salito sul podio della MXGP per la quinta volta di fila, l’undicesima da inizio stagione. In gara-2 il campione messinese ha pagato l’avvio lento che gli ha fatto perdere il contatto con i primi. Quando è stato il momento di rifarsi sotto, non c’è stato più tempo: Cairoli si è dovuto accontentare del quarto posto che sommato con il  terzo posto precedente, gli è valso il podio elvetico.

Tony: "Sempre bello salire sul podio"

Sono felice di questo risultato perché è importante per il campionato, ed è per questo che siamo qui” ha spiegato Cairoli. “Sono un po’ deluso dalla mia gara, avrei potuto fare meglio. In gara 2 ho guidato con prudenza, quando lo fai all’inizio, su una pista come questa, è facile commettere errori. Ho perso molto tempo e non sono riuscito a passare i due piloti davanti, altrimenti la vittoria sarebbe stata possibile. Avrei dovuto solo essere più aggressivo ad inizio manche ma sono scivolato un paio di volte e sono arrivato lungo sul panettone, atterrando sul piatto, fortunatamente senza cadere. Ma é è sempre bello salire sul podio”.

Mondiale più vicino.

Risultato comunque positivo in campionato dove il portacolori del KTM Red Bull Factory Racing mantiene quasi intatto il vantaggio in classifica, cedendo solo un paio di punti al compagno di marca e rivale più pericoloso, Jeffrey Herings, che accorcia a 97 lunghezze il ritardo dal messinese. “Ci stiamo avvicinando alla fine del campionato e siamo sempre più vicini al titolo che al momento è il nostro unico obiettivo”.