in foto: Nicky Hayden – Getty Images

Non migliorano le condizioni di Nicky Hayden: il pilota americano, coinvolto in un incidente mentre si stava allenando con la sua bici, ha riportato un grave politrauma con conseguente gravissimo danno cerebrale. A preoccupare particolarmente i medici dell'ospedale Bufalini di Cesena è soprattutto l'edema celebrale che non consente di effettuare l'operazione chirurgica. C'è ancora una speranza però: c'è ancora attività celebrale con risposta al dolore da parte del pilota.

Al suo fianco si è stretta la famiglia, arrivata nella struttura: oltre alla madre Rose e al fratello Tommy, sono giunte anche le due sorelle di Jacky, la fidanzata di Nicky che dal giorno in cui è avvenuto l'incidente non lo ha mai abbandonato rimanendo vicino al suo capezzale. Insieme a loro tanti amici del pilota e i membri della Honda
Sbk come Marco Ghini, coordinatore del progetto Europa, Dino Acocella, ingegnere di pista di Hayden e Massimo Neri, l'elettronico del pilota a stelle e strisce.

Gli esami medici inviati negli USA per un consulto.

Non è potuto essere presente, invece, il padre Earl, costretto a rimanere negli Stati Uniti: l'uomo ha avuto di recente un problema cardiaco e i medici gli hanno sconsigliato di affrontare il lungo viaggio dal Kentucky all'Italia. Mentre i medici monitorano costantemente le condizioni del campione in difficoltà, in attesa di un segnale di miglioramento, il fratello Tommy si è attivato per cercare altri pareri illustri sulla situazione: tutti i risultati degli esami a cui è stato sottoposto Nicky Hayden sono stati inviati negli Stati Uniti a vari medici di fiducia per un consulto su quale sia la strada migliore da intraprendere. Nonostante l'ultimo bollettino parli di situazione gravissima, i famigliari non hanno perso la speranza di poter tornare a vedere Hayden sorridere e stanno facendo di tutto affinché questo avvenga.