in foto: Il direttore del team Yamaha Massimo Meregalli e i responsabile Michelin Piero Taramasso / GettyImages

La maggioranza dei piloti MotoGP dice sì alla gomma anteriore con carcassa più rigida, la cosiddetta 070, che Michelin ha messo a disposizione sulla pista di Jerez nella giornata di test all’indomani del Gp di Spagna. Dopo i ritardi e le polemiche in Argentina e Texas, l’anteriore che con carcassa più rigida, come quella utilizzata fino alla gara di Valencia 2016, è stata preferita provata in pista da tutti i piloti e preferita dalla maggioranza. “Poca differenza di comportamento con la nuova gomma ma preferisco quella con la carcassa più rigida” sono state le parole di Valentino Rossi.

Promossa anche da Marquez e Iannone.

Oltre al pesarese, anche Marc Marquez e Andrea Iannone hanno detto di aver trovato un miglior stabilità con la nuova specifica. “Mi piace, mi dà maggiore stabilità in frenata e più feedback in piega” ha spiegato Marquez. Di “sensazioni abbastanza positive” ha parlato anche Dani Pedrosa che come il compagno di squadra anche nei test ha girato con un gran ritmo e lascia Jerez soddisfatto. Andrea Iannone, invece, sperava in una differenza maggiore: “La gomma mi piace anche se, a dire il vero, mi aspettavo un miglioramento maggiore. Mi sento meglio, ma non tanto meglio”.

Bocciata da Lorenzo.

La gomma più rigida aiuterebbe i piloti che staccano in maniera più violenta in ingresso di curva, tuttavia Andrea Dovizioso ha spiegato di non aver trovato “una grossa differenza” rispetto alle gomme utilizzate nel weekend di gara. Più critico Jorge Lorenzo, soddisfatto della Ducati che comincia a sentire davvero sua, ma non del nuovo pneumatico anteriore. “Continuo a preferire la gomma che abbiamo usato fino ad ora perché, a mio parere, ha un grip migliore soprattutto a centro curva”.

Sarà pronta per il Mugello.

La direzione della Michelin è quella di proseguire con l’anteriore che verrà preferito dalla maggior parte dei piloti. “Si deciderà democraticamente, a noi non fa differenza andare avanti con una o con l’altra, ma bisogna fare una scelta. Nei test invernali i piloti ci hanno spinto verso la morbida, ma in Qatar sono emersi problemi." ha detto Piero Taramasso, responsabile dell'attività MotoGp di Michelin. Un passo indietro, rispetto alle indicazioni emerse dai test invernali, con il rischio che un’anteriore più rigida possa non essere troppo dura sulle pista dove, rispetto alla Spagna, farà più freddo. Se sarà scelta “sarà pronta per il Mugello” ha confermato Taramasso.