In Gran Bretagna è guerra all'uso degli smartphone durante la guida. Dopo la proposta del Ministro dei Trasporti, Chris Grayling, che prevede l'innalzamento della pena – fissata per ora a 14 anni – all'ergastolo a chi, utilizzando il dispositivo al volante provoca incidenti mortali, sono in arrivo nuove sanzioni. Un fenomeno, quello dello smartphone in auto, che sta diventando sempre più preoccupante: sono 11 milioni, come si legge nel Report on Motoring 2016 del RAC, gli automobilisti che ammettono di fare o ricevere chiamate mentre guidano ed altri 5 milioni hanno confessato di avere scattato foto pur essendo al volante.

Pene più dure per chi utilizza lo smartphone al volante.

Un inasprimento delle sanzioni, quello britannico, che prevede una multa di 200 sterline – circa 235 euro – per chi viene sorpreso a usare il device al volante al quale si aggiunge la decurtazione di 6 punti sulla patente di guida. Per i recidivi, invece, la sanzione sale fino a 1000 sterline con la sospensione della licenza per sei mesi. Pene che sono ancora più severe in caso di automobilisti neopatentati che si vedranno revocare la patente immediatamente. Un giro di vite che si è reso necessario visto il fenomeno dilagante: solo nel Regno Unito sono 122 le persone condannate per aver provocato incidente proprio a causa dell'utilizzo dello smartphone mentre erano alla guida.

In arrivo anche le "telecamere intelligenti"

Le autorità britanniche, però, non si limiteranno solo a punire questi comportamenti, ma anche a cercare di prevenire eventuali sinistri. Per farlo, infatti, è prevista l'installazione di "telecamere intelligenti" capaci di individuare gli automobilisti che usano il cellulare in marcia. Questi nuovi dispositivi – sviluppati dall'azienda americana Movidius in JV insieme ai cinesi di Hikvision, specializzati nel settore della videosorveglianza – sono in grado di analizzare in tempo reale le immagini, di riconoscere i gesti e la situazione che riguarda l'interno della macchina e perfino di identificare il modello dell'auto, per attivare in pochi secondi la procedura automatica di sanzione. Si annunciano tempi duri per chi non riesce a separarsi dal proprio smartphone neanche durante la guida.