In casa Porsche la parola d'ordine è solo una: esagerare. La 911, nonostante la sua configurazione a motore posteriore da molti definita "sbagliata", continua a migliorarsi e diventa sempre più temuta in strada, come in pista. Fino ad ora la variante Gt3 Rs è sempre stata la stradale più grintosa ma il centro sviluppo di Weissach ha voluto alzare ancora l'asticella. La nuova Porsche 911 Gt2 Rs è ancora più cattiva e si prende di diritto il titolo di "911 più veloce e potente di sempre". Con un prezzo di listino di 293.732 €, è anche tra le più costose di sempre ma ciò non ha impedito al costruttore tedesco di dichiarare "sold out" in brevissimo tempo la serie limitata.

Due turbine e 700 CV. La base meccanica della Porsche 911 Gt2 Rs resta l'inconfondibile motore boxer 6 cilindri. Il propulsore viene dotato di due turbine maggiorate ed un impianto di scarico in titanio. Rispetto alle 911 del passato, raffreddate ad aria, la Gt2 Rs adotta soluzioni avanzatissime, come il sistema di nebulizzazione dell'acqua che massimizza l'efficienza gli intercooler. Gli upgrade spingono la potenza del boxer biturbo a 700 CV e 750 Nm e questa ingente dose di cavalli è trasmessa alle sole ruote posteriori tramite un cambio automatico Pdk a 7 marce. Le prestazioni sono sensazionali: lo scatto 0-100 Km/h è coperto in soli 2,8 secondi e la velocità massima è di 340 Km/h.

in foto: Porsche 911 Gt2 Rs.

Il Weissach Package la migliora. La dotazione di serie prevede i cerchi in lega da 20 pollici all'anteriore e 21 pollici al retrotreno, i freni carboceramici e l'asse posteriore sterzante. Per i più esigenti, il Weissach Package riesce a tagliare ben 30 Kg rispetto alle varianti di serie. Molte componenti sono sostituite da varianti più leggere in carbonio, i cerchi sono in lega di magnesio, l'impianto di scarico è in titanio e le plastiche passano al polimero rinforzato al carbonio Cfrp. L'ingente utilizzo di materiali leggeri riesce a fermare l'ago della bilancia a 1.470 Kg, con serbatoio pieno.