in foto: Chaz Davies sul letto dell'ospedale Infermi di Rimini / @chazdavies7

La grande paura è passata: sono state ore di grande apprensione per Chaz Davies, pilota del team Aruba.it Racing Ducati, coinvolto in un terribile incidente all’ultimo giro di gara-1 al “Marco Simoncelli” World Circuit di Misano Adriatico. Quando mancavano due curve al traguardo, il 30enne gallese è scivolato in testa alla corsa, finendo per essere investito dalla Kawasaki di Johathan Rea che stava spingendo per tentare l’assalto finale. La ZX-10R ha colpito Davies sulla schiena in una dinamica che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi di quelle emerse nel pomeriggio di ieri. Anche Rea, che non ha potuto nulla per evitarlo, è caduto, picchiando forte contro l’asfalto. Entrambi, però, si sono subito rialzati: Rea è riuscito a recuperare la sa moto e a chiudere terzo al traguardo mentre Davies, una volta raggiunto il bordo pista con le sue gambe, si è accasciato a terra, lamentando dolori alla schiena e difficoltà respiratorie. Soccorso dai sanitari del centro medico del circuito, Davies è stato trasportato in ambulanza all’Ospedale Infermi di Rimini per effettuare una risonanza magnetica ed esami più approfonditi. La Tac ha evidenziato la frattura del processo trasverso della terza vertebra lombare e dai controlli è emersa anche una contusione al pollice sinistro.

Verrà riesaminato prima del prossimo round.

Tirato un grande sospiro di sollievo, l’incidente di Davies e la caduta di Marco Melandri qualche curva prima di quella del compagno di squadra, lasciano pesanti ripercussioni sulla classifica iridata. Davies si trova ora a -91 punti dalla vetta mentre il ravennate, riuscito comunque a transitare sul traguardo, viaggia a 138 lunghezze di ritardo dal leader Jonathan Rea. Ad ogni modo per “Macho” Melandri ci sarà l’opportunità di rifarsi domenica in gara-2 mentre Davies, dichiarato unfit dalla direzione gara, non prenderà il via. Davies, che può camminare regolarmente, dovrà affrontare un periodo di riposo per poi essere esaminato nuovamente dai medici prima del round di Laguna Seca.

Chaz: "Spero di recuperare per Laguna Seca"

A rassicurare sulle sue condizioni è stato lo stesso Davies che nella serata di ieri sul suo profilo Instagram ha condiviso una foto dal letto dell’Ospedale. “Grazie a tutti per il grande sostegno. Solo qualche botta e alcune contusioni ma sono già pronto ad affrontare il piano di recupero e spero di essere in griglia a Laguna Seca – ha fatto sapere il pilota dal nosocomio riminese dove è stato raggiunto dalla squadra. “Ora lo attende un periodo di riposo, ma la sua tempra è forte e siamo sicuri che lo affronterà con la stessa grinta che ci mette in gara” ha spiegato Ernesto Marinelli, responsabile del progetto Superbike Ducati. Davies non prenderà dunque parte a Gara 2 ed osserverà un periodo di riposo per poi essere esaminato nuovamente dai medici prima del prossimo round, in calendario l’8 e 9 luglio in California, sul circuito di Laguna Seca.