È Tom Sykes a trovare un’inaspettata vittoria di gara 1 a Misano, al termine di una corsa decisa all’ultimo giro dalle scivolate prima di Marco Melandri, che era in terza posizione, e a tre curve dal traguardo di Chaz Davies e Johathan Rea che si stavano giocando il gradino più alto del podio. Per il britannico della Kawasaki si tratta del 33esimo trionfo in carriera, certamente il più insperato dopo essere scattato dalla pole.

in foto: L'incidente tra Davies e Rea / WSBK

Davies travolto da Rea, il pilota Ducati in ospedale.

Dopo una gara combattuta dalle prime tornate che ha visto protagonista l’olandese della Yamaha Michael van der Mark fino al 16° giro dei 21 previsti, quando è caduto per un cedimento della gomma posteriore, a portarsi al comando della corsa è stato Jonathan Rea. A tre giri dalla fine Davies è riuscito nell’assalto al britannico, portandosi in scia anche Melandri, ma all’ultimo giro prima Melandri, che ha poi chiuso 15°, e poi Davies e Rea, incappati in due cadute in successione. Tallonato dal campione del mondo in carica, Davies è scivolato alla Curva del Carro, finendo per essere investito dalla Kawasaki di Rea che non ha potuto nulla per evitarlo. Rea è comunque riuscito a ripartire, chiudendo terzo alla bandiera a scacchi, mentre il pilota della Ducati, rialzatosi, è stato trasportato al centro medico del circuito. I primi riscontri medici hanno evidenziato un trauma toracico e alcune difficoltà respiratorie per le quali è stato deciso il suo trasferimento in ambulanza all’ospedale di Rimini dove sarà sottoposto a una risonanza magnetica.

Rea: “Mi dispiace, non dovrebbe essere nulla di grave”.

Tra i primi ad accertarsi delle condizioni di Davies è stato lo stesso Rea che nel giro d’onore ha lasciato la sua Kawasaki nel punto dell’incidente per raggiungere il bordo pista dove il pilota Ducati ha ricevuto il primo soccorso dai sanitari. “Mi stavo preparando all'attacco finale, poi è successo quel che è successo. Lamentava dolori alla schiena, ma non dovrebbe esser niente di grave. Mi dispiace per quel che è successo“ ha dichiarato Rea una volta raggiunto il parco chiuso.