marco melandri, Monza, SBK. GP d'Italia

È sul tracciato di casa che Marco Melandri ritrova il piacere di salire sul gradino più alto del podio. Una gara 1 in cui il ravennate non si è mai staccato dalla testa del gruppo mantenendo nervi saldi e non facendo sconti a nessuno.

Prima vittoria stagionale e undicesimo primo posto in SBK per Marco Melandri che ha lasciato tutti senza fiato all’Autodromo Nazionale di Monza con una gara 1 che verrà ricordata per la spettacolarità e per l’incertezza del vincitore fino al passaggio sotto la bandiera a scacchi.

Il pilota della BMW Motorrad GoldenBET conquista il primo successo in Superbike su questa pista, dopo una lotta serrata con Tom Sykes, che chiude secondo sulla Kawasaki, e Eugene Laverty al quale Macho Melandri sferza la staccatona dell’ultimo giro che lo porta a centrare il gradino più alto del podio.

La SBK a Monza è spettacolo. Sul circuito italiano Melandri resta concentratissimo in sella alla S1000RR che si scompone più delle altre moto del gruppetto di testa ad ogni uscita di curva.

Marco Melandri, SBK, Monza, GP d'Italia

"Vincere a Monza è incredibile” afferma il ravennate al termine di gara 1, “dopo l'errore nel 2011 all'ultima curva, quando ho regalato la vittoria a Laverty, non volevo sbagliare. Il team è stato fantastico ed abbiamo lavorato bene sulla moto. In gara era impossibile fare tattica perché le posizioni cambiavano in continuazione e le scie tenevano il gruppo compatto, ma sapevo di poter ricominciare il mio mondiale da qui".

Digiuno finito per Marco Melandri che recupera terreno in classifica e aggiunge, ai punti di gara 1, l’ottimo secondo posto di gara 2. Il ravennate su gara 2 aggiunge: “In gara 2 faceva un po’ più caldo e le condizioni erano difficili. Avevo qualcosina in più dei due primi davanti a me, anche se la moto di Guintoli era velocissima e trascinava Laverty in rettilineo. Quando Laverty ha passato Guintoli, ha fatto un piccolissimo errore, mi sono detto ‘devo passare subito, è l’ultimo giro', ci ho provato, ma all’Ascari ho fatto un piccolo errore e ho perso qualche metro. Peccato però, dopo Assen, primo e secondo oggi è stata una giornata incredibile, grazie a tutta la squadra che sta lavorando duro e sono sicuro che il mio campionato inizierà oggi”.

Marco Melandri si porta così a 96 punti in quarta posizione, a 41 punti dal leader della classifica Sylvail Guintoli.

Classifica Piloti Mondiale SBK (aggiornata al quarto turno) – 1. Sylvain Guintoli, Aprilia, punti 137; 2. Eugene Laverty, Aprilia , punti 124; 3. Tom Sykes, Kawasaki, punti 119; 4. Marco Melandri, BMW, punti 96; 5. Chaz Davies, BMW, punti 94; 6. Loris Baz, Kawasaki, punti 75; 7. Michel Fabrizio, Aprilia, punti 74; 8. Jonathan Rea, Honda, punti 71; 9. Davide Giugliano Aprilia, punti 49; 10, Leon Camier, Suzuki, punti 46; 11. Jules Cluzel, Suzuki, punti 41; 12. Max Neukirchner, Ducati, punti 39; 13. Ayrton Badovini, Ducati, punti 32; 14. Carlos Checa, Ducati, punti 29; 15. Leon Haslam, Honda, punti 29; 16. Ivan Clementi, BMW, punti 14; 17. Federico Sandi, Kawasaki, punti 12; 18. Fabrizio Lai, Kawasaki, punti 8; 19. Alexander Lundh, Kawasaki, punti 7; 20. Vittorio Iannuzzo, BMW, punti 6; 21. Glen Allerton, BMW, punti 6; 22. Jamie Stauffer, Honda, punti 4; 23. Kosuke Akiyoshi, Honda, punti 2; 24. Mark Aitchison, Ducati, punti 2.

Articolo a cura di
Attiva gli aggiornamenti:
Aggiungi un commento!