"Specchio, servo delle mie brame, chi è la più bella del reame?" chiedeva la regina di Biancaneve rivolgendosi al suo specchio magico. Office-K, tuner giapponese, deve essersi ispirato proprio alla favola dei fratelli Grimm per creare la sua personalissima Tesla Model S: la caratteristica che salta subito all'occhio, infatti, è la speciale vernice cromata che trasforma l'elettrica americana in un vero e proprio specchio gigante.

in foto: Tesla Model S Office–K – Foto @Office–K

Uno specchio da oltre 200 km/h.

Nessun intervento al sistema di propulsione elettrico, il pezzo forte dell'elaborazione made in Japan sta tutto nella verniciatura. Attraverso la tecnica del wrapping, che consiste nell'applicazione di una pellicola sulla verniciatura già esistente, il tuner nipponico ha dato vita a una vettura che ruba la scena grazie a una livrea decisamente caratteristica. Nei pochi centimetri che non sono stati ricoperti d'argento, fa bella mostra di se la fibra di carbonio, usata per paraurti, cornici dei fendinebbia, calotte degli specchietti, minigonne e passaruota per rendere ancora più aggressiva la Tesla Model S.

Altri elementi caratteristici sono i cerchi firmati Forgiato da 22" color nero ma con superficie delle razze a specchio che riprendono il motivo della vettura e l'assetto ribassato anche se il tuner non fornisce dettagli sull'altezza della vettura da terra. Un tuning particolare che sicuramente non passerà inosservato: difficile vedere sulle strade del mondo uno specchio capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi superando abbondantemente i 20o km/h.