La MotoGP non si ferma, anzi raddoppia. A 7 giorni di distanza dalla gara di Brno i protagonisti della classe regina del Motomondiale tornano subito in pista. Questa volta si correrà sul Red Bull Ring di Spielberg dove andrà in scena il GP d’Austria, undicesimo appuntamento stagionale, dove si arriva con alcune certezze e molti piloti chiamati a riscattarsi dopo quanto successo nel GP ceco. Nella classe regina soprattutto Valentino Rossi e Andrea Dovizioso vorranno riscattare gli errori con i quali hanno compromesso la loro gara in quel di Brno, mentre Maverick Vinales vorrà ricucire il gap con i piloti Honda, Marc Marquez e Dani Pedrosa, che invece vorranno continuare sulla falsariga delle ultime gare che li hanno visti come assoluti protagonisti. Molta incertezza dunque alla vigilia del GP della Repubblica Ceca, così come confermano anche le quote proposte per il successo nella gara di domenica dai principali bookmakers italiani.

Anche se va detto che tutte le principali agenzie di scommesse italiane sono concordi nel reputare Andrea Dovizioso come favorito della gara, in quanto nell’unico precedente recente sul Red Bull Ring, quello dello scorso anno, la Ducati ha dimostrato di essere la più competitiva su questo tracciato. Difatti, puntando sul primo posto del forlivese la quota oscilla tra 2,75 (Sisal) e 3 (Bwin) volte la posta. Il Dovi viene dunque preferito dai bookmakers italiani rispetto al vincitore delle ultime due gare e attuale leader della classifica iridata, Marc Marquez: un suo eventuale tris è quotato tra 2,75 (Eurobet) e 3,5 (Bwin). Per chi invece vuol dare fiducia a Valentino Rossi, le quotazioni offerte dalle principali agenzie di scommesse del Bel Paese per un suo successo in terra austriaca partono da 4,5 (Eurobetl) fino ad arrivare a 7 (Bwin) volte la cifra scommessa. Favorito dunque rispetto al compagno di squadra: la quarta vittoria dell’anno di Maverick Vinales moltiplicherebbe infatti per un minimo di 7,5 (Sisal) e un massimo di 10 (Eurobet).Il catalano è dunque nei pronostici viene posizionato dietro anche a Jorge Lorenzo che, sfruttando la superiorità della Ducati a Spielberg, potrebbe finalmente centrare la prima vittoria in MotoGP con la casa di Borgo Panigale, vittoria che garantirebbe da 5 (Sisal) a 8 (Bwin) volte la puntata. Più improbabile invece un’affermazione per Daniel Pedrosa la cui vittoria porterebbe nelle tasche di chi vi puntasse da 12 (Snai) a 17 (William Hill) l’importo scommesso.

Aumentano anche per i quotisti dei principali bookmakers le chance per la prima vittoria in carriera nel Motomondiale di Danilo Petrucci. Dopo le buone prestazioni delle ultime gare e i due podi conquistati al Mugello e ad Assen, infatti, un successo del pilota ternano al Red Bull Ring è quotato tra 13 (Bwin) e 25 (Snai) la puntata. Invece, per chi ama andare alla ricerca delle sorprese, le quote più appetibili sono quelle che riguardano un trionfo di Johann Zarco, vincitore lo scorso anno in Moto2, e Cal Crutchlow. Un loro trionfo nel prossimo Gran Premio regalerebbe una vincita che andrebbe da 25 a 51 volte la posta a seconda dell’agenzia di scommesse. Il bis di Andrea Iannone, trionfatore lo scorso anno nel GP austriaco con la Ducati, invece moltiplicherebbe per oltre 200 volte l’importo scommesso.