in foto: Sebastian Vettel – Getty Images

Il debutto della nuova SF70H sulla pista di Sakhir è quasi perfetto: Sebastian Vettel fa segnare il miglior tempo sia nella prima che nella seconda sessione di prove libere portando la Ferrari davanti a tutti. Nel deserto del Bahrain il tedesco è stato il più veloce anche se gli inseguitori sono lì, a pochi millesimi.

Quasi perché la Rossa non è sembrata impeccabile: a pesare sul giudizio finale ci sono il passo gara ,nel quale la Mercedes di Hamilton sembra essere leggermente davanti e un piccolo inconveniente elettrico che ha costretto il tedesco a rientrare ai box spinto dagli steward della pista prima e dai meccanici poi. Un problema che, però, non preoccupa Vettel

Non so spiegare cosa è successo, come ho detto alla radio la macchina si è spenta all'improvviso ma non ci sono stati danni. Per fortuna siamo riusciti a rientrare in pista facendo qualche giro. Spero di poter lottare con Lewis, ovviamente è difficile dirlo ora. Oggi non è stata la giornata migliore – ha spiegato il pilota della Ferrari ai microfoni di Sky – dobbiamo migliorare la macchina che sul giro secco ci fornisce buone sensazioni mentre sul passo gara siamo dietro. Sono sicuro, però, che miglioreremo domani. Alonso? Preferisco correre qui, in Formula 1, ma lui è libero di fare ciò che vuole.

Raikkonen: "Non sono preoccupato per la gara"

Ancora una volta dietro Kimi Raikkonen. A pesare sulla prestazione del finlandese, però, c'è il guasto della prima sessione che non ha permesso al pilota di girare: pochissimi giri per lui prima della rottura che ha reso necessaria la sostituzione della power unit. Nella seconda sessione, poi, il pilota della Rossa è sembrato più a suo agio nonostante il ritardo dal compagno di squadra di quasi due decimi. Iceman, nonostante le voci sul suo rendimento di inizio stagione, però, non fa drammi

Ovviamente abbiamo girato solo nel pomeriggio, un problema ci ha fermato molto presto durante la prima prova. I ragazzi hanno fatto un ottimo riparando la macchina – ha spiegato – e permettendomi di essere pronto per il secondo turno. Forse avremmo potuto fare un pelino meglio, ma va bene così. Non sono preoccupato per la gara, è stato un problema di controllo elettronico del turbo, nulla di che.