in foto: Sebastian Vettel – Getty Images

Non è bastato il trionfo dell'Hungaroring a Sebastian Vettel, il tedesco è voluto tornare in pista con la sua SF70H per disputare mezza sessione di test lasciando poi il volante al compagno di squadra Kimi Raikkonen. Un ultimo sforzo per il leader del mondiale che, dopo la vittoria nel Gran Premio d'Ungheria, può respirare un po': i punti di vantaggio su Lewis Hamilton sono ora 14 e la pausa estiva servirà a ricaricare le batterie in vista dello sprint finale.

Una sessione di test che è servita a Vettel per provare alcuni nuovi componenti e diversi setup studiati per le piste che verranno. Ancora una volta il quattro volte campione del mondo ha dimostrato di trovarsi a meraviglia con la Ferrari stampando il miglior tempo della mattinata. A fine sessione poi ha rivelato le sue impressioni sulla vettura e sulla lotta per il titolo mondiale.

Abbiamo provato, tutto nella norma. Era importante verificare le sensazioni con alcune soluzioni; oggi non c'era molto tempo a disposizione, ma abbiamo provato alcune cose e la sensazione è stata positiva – ha confermato il pilota della Ferrari nell'intervista riportata sul sito ufficiale della Formula 1 -. Essere davanti alla pausa estiva? Penso sia più importante esserlo dopo l'ultima gara. La stagione è lunga, ci sono ancora molte corse da disputare, molte cose che possono accadere, ma credo che abbiamo tutti gli ingredienti necessari per esserci a combattere fino alle fine. Negli ultimi anni non abbiamo avuto la monoposto migliore e non siamo stati in grado di completare uno sviluppo come avremmo voluto. Ma quest’anno la storia è diversa e continuiamo a progredire. Abbiamo portato in pista molti sviluppi, altre squadre hanno copiato le nostre soluzioni, ed è la conferma che il lavoro fatto è stato nella giusta direzione.

Il tedesco dà il bentornato a Kubica.

Un Vettel molto convinto della forza della sua vettura che punta al titolo mondiale: il tedesco non si nasconde e nei test ha subito messo le cose in chiaro chiudendo in testa con il crono di 1:17.124. Insieme a lui ha girato anche Robert Kubica: il ritorno del polacco al volante della Renault ha suscitato grande interesse. L'incidente sembra ormai essere alle spalle e nonostante la mobilità compromesso del braccio destro, l'ex pilota della Sauber ha dimostrato di essere pronto a tornare nel circus. "Credo che per lui sia fantastico essere di nuovo qui, non ci sono mai stati dubbi sul suo talento e la sua velocità, sa come si guida una macchina. Non conosco bene le sue limitazioni, l’ho incontrato diverso tempo fa, ma la cosa più importante è che oggi si goda il ritorno al volante di questa generazione di monoposto. Non ho idea di quale siano i suoi piani, ma credo che oggi l’obiettivo sia quello di godersi questo ritorno" sono state le parole di Vettel. Il prossimo anno potrebbero essere avversari, ma per ora il suo ritorno è una buona notizia anche per il tedesco della Rossa.