Oltre il danno, la beffa. Un weekend da dimenticare per la Ferrari quello di Silverstone; in appena due giri la Rossa ha perso quanto costruito nell'arco di tutta la gara. Colpa delle gomme che prima hanno costretto Kimi Raikkonen al rientro ai box, poi la stessa sorte è toccata a Sebastian Vettel che ha chiuso in settima posizione dopo aver percorso quasi un giro sul cerchio della propria SF70H.

in foto: Sebastian Vettel – Getty Images

Un piazzamento che non può certo soddisfare il tedesco che ora può vantare un solo punto di vantaggio sul rivale Lewis Hamilton. Il problema alla gomma ha distrutto la gara del tedesco che, nella prima fase, era stato frenato da Max Verstappen con cui ha ingaggiato una lotta durissima che ha portato il ferrarista a lamentarsi, alzando un braccio, nei confronti dell'olandese. Poca voglia di parlare a fine gara per il leader del mondiale che vuole dimenticare in fretta il weekend inglese prima di tuffarsi di nuovo nella lotta al titolo.

Non so che problema ho avuto con le gomme, è stata una gara difficile perché i freni hanno preso fuoco sulla griglia di partenza, poi ho perso tanto tempo quando sono rimasto bloccato dietro Verstappen – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. Nel finale ho perso ancora tempo e poi è arrivata la foratura. La lotta con Verstappen? Non sono io a dover giudicare. Non è stato un weekend disastroso, certo avrebbe potuto essere migliore. La macchina è stata buona e così anche l'assetto. Diciamo che tanti dettagli hanno reso questo fine settimana laborioso.

Raikkonen: "La sfortuna ci perseguita"

A salvare l'onore Ferrari ci ha pensato Kimi Raikkonen, 3° a fine gara nonostante la sfortuna non abbia risparmiato neanche lui. Anche per il finlandese un problema alla gomma che gli ha fatto perdere la seconda posizione in favore del connazionale Valtteri Bottas, bravo e fortunato a trovarsi alle sue spalle al momento del guaio. Non è il risultato sperato, soprattutto dopo la prima fila ottenuta in qualifica, ma almeno il campione del mondo 2007 è riuscito a tornare sul podio dopo 3 gare anonime. "Per gran parte della gara la macchina è andata bene, ma le Mercedes erano più veloci. Poi purtroppo c'è stata la solita situazione, la sfortuna continua a seguirci. Non sono contento ma comunque è un terzo posto" ha dichiarato. Il pilota della Rossa, poi, ha analizzato il problema avuto sottolineando però come le Frecce d'argento, sulla pista di Silverstone, fossero superiori. "Ci sentivamo a nostro agio, ho cercato di tenere il passo di Lewis, tutto sembrava andare liscio, il margine era buono, mancavano solo due giri e non so cosa è successo. Prima del rettilineo è venuta via una parte di gomma, non credo di aver colpito nulla. Per fortuna sono rientrato velocemente ai box mantenendo almeno la terza posizione. Ho avuto una grande sfortuna, avremmo potuto essere secondi, ma non potevamo competere con Hamilton" ha concluso.