Quello andato in scena sulla pista del Montmelò, la stessa che aveva visto la Ferrari dominare nei test pre-stagionali, è stato il venerdì più duro della stagione per le Rosse di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen: i due piloti di Maranello non sono riusciti a battagliare con i rivali della Mercedes che hanno chiuso entrambe le sessioni davanti con Lewis Hamilton dominatore assoluto sia al mattino che al pomeriggio.

in foto: Sebastian Vettel – Getty Images

Una prima sessione, per Vettel, rovinata da un problema al posteriore della sua SF70H che ha costretto il tedesco ai box per molti preziosi minuti, limitando il lavoro con gli aggiornamenti portati in pista dai tecnici del Cavallino. Nel pomeriggio, invece, il quattro volte campione del mondo è riuscito a scendere in pista con regolarità limitando il passivo, ma chiudendo al 4° posto, dietro il compagno di squadra Kimi Raikkonen.

Le sensazioni finora sono negative, ho faticato molto a trovare il bilanciamento della vettura e le condizioni oggi erano piuttosto impegnative. Dobbiamo girare di più per trovare il giusto feeling, dobbiamo migliorare – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. La lotta per la pole position? Non so cosa ha fatto la Mercedes, ma per la pole position sembra una lotta tra noi e loro. Non sono soddisfatto, ma abbiamo ancora del potenziale da tirare fuori.

Raikkonen: "I tempi sul giro non dicono molto"

Se Sebastian Vettel non sorride, leggermente meglio è andato Kimi Raikkonen. In finlandese, che in Russia è tornato sul podio dopo un digiuno che durava dal Gran Premio d'Austria del campionato scorso, sembra essersi messo alle spalle il periodo negativo vissuto a inizio stagione. Il distacco dalle Mercedes non è così ampio e, se non fosse stato per un lungo nella prima sessione di prove libere, il campione del mondo 2007 sarebbe stato lì con Hamilton e Bottas. Una prova, quella del pilota della Ferrari, convincente nonostante per lui sia arrivato solo il terzo tempo.

Per noi è un venerdì come altri, i tempi sul giro non dicono molto. Oggi non è stata una giornata semplice per nessuno perché c'era molto vento e la pista era scivolosa. Dobbiamo vedere dove finiremo domani e in gara, sembra che la gestione delle gomme sia simile agli altri appuntamenti.