Una qualifica vissuta con il cuore in gola quella di Sebastian Vettel: il tedesco, fermato nell'ultima sessione di prove libere da alcuni problemi alla nuova power unit montata sulla sua SF70H, ha rischiato di non disputarla. I meccanici Ferrari, però, sono stati bravi a montare una nuova unità sulla sua monoposto consentendo così di agguantare la seconda posizione al fianco di Hamilton, poleman di giornata.

in foto: Sebastian Vettel – Getty Images

Eppure il turno di Sebastian Vettel è stato piuttosto complicato con il messaggio via radio a gelare il sangue nelle vene, quel "Ferma la macchina" del suo ingegnere che aveva fatto rivivere i fantasmi della passata stagione. Il leader del mondiale non ha obbedito all'ordine dai box proseguendo per la propria strada. Alla fine ha avuto ragione lui andandosi a prendere un secondo posto che pure lascia qualche rammarico

In tanti anni che vengo qui l'ultima chicane per me è sempre complicata – dice Vettel -. Il primo tentativo del Q3 non mi ha reso contento, sapevo che potevo fare di più. Peccato, però alla fine Lewis è stato bravo. La mattinata è stata impegnativa, i meccanici sono stati fantastici e devo ringraziare il team perché abbiamo cambiato il motore all'ultimo minuto e siamo riusciti a completare la macchina in tempo. Hanno fatto un miracolo: sarebbe stato meglio andare in pole, ma speriamo di fare bene domani.

Aggiornamenti? Alcune volte sono più appariscenti, altre meno. La macchina va bene, sapevo già ieri che avevamo un bel potenziale, oggi siamo riusciti a esprimerlo. Potevo fare qualcosa di più ma sono soddisfatto soprattutto in termini di sensazioni con la vettura.

Raikkonen: "Oggi ho faticato"

La giornata di passione vissuta da Sebastian Vettel da una parte, la delusione di Kimi Raikkonen dall'altra. Il finlandese, dopo aver vinto il confronto diretto per tutto il weekend, non è riuscito a mettersi davanti al compagno di squadra nell'unica occasione in cui contava. In gara sarà costretto a partire dalla quarta casella, dietro anche al connazionale Valtteri Bottas: un risultato che lascia l'amaro in bocca al pilota della Ferrari che, ai microfoni di Sky, ha pochissima voglia di parlare: "C'era parecchio vento, le condizioni erano migliori del sabato, ma erano identiche per tutti: ho faticato in alcuni punti e non ho messo insieme un buon giro" sono state le sue parole.