Un'auto su quattro ha più di 17 anni.

In Italia un’auto su quattro ha più di 17 anni. Lo rileva l’analisi sul parco circolante (fonte ACI) condotta dal Centro Studi e Statistiche Unrae, l’Associazione delle Case Automobilistiche Estere sui dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sche evidenzia. Su un parco totale di 37.843.983 vetture, il circolante ante Euro 3 (vetture immatricolate prima del 01.01.2001, quindi con oltre 17 anni di vita) conta 9.567.000 vetture, pari al 25,3% del totale. Sempre secondo i dati, parliamo di auto che – se a benzina – hanno in media 170 mila chilometri, se invece diesel hanno superato ampiamente il muro dei 250 mila chilometri. Dunque veicoli pericolosi per l’ambiente e pericolosi per chi li guida e per chi è a bordo.

Maglia nera al Sud.

Le auto più vecchie circolano al Centro-Sud e la regione con percentuale di auto ante Euro3 più alta è la Campania che su 3.386.389 vetture circolanti (pari all’8,9% del parco circolante italiano) conta 1.322.457 auto ante euro-3, il 39,1% . Concentrazione ben sopra la media italiana anche per Calabria (38,4%), Sicilia (36,9%), Basilicata (35,1%) e Molise (33,6%). Completano la worst 10 Puglia (32,4%), Sardegna (27,6%), Abruzzo (27,5%), Umbria (26,6%) e Lazio (25,3%). Tra le province a più alto parco circolante e maggiore quota di vetture ante Euro 3, Napoli (41,7%) precede Catania (41%) e Salerno (37,3%). Seguono Palermo (33%), Caserta (36,4%), Bari (28,4%), Cosenza /38,7%), Lecce (31,8%), Messina (36,7%) e Reggio Calabria (39,7%). Percentuali più basse della media italiana, invece, per Roma (23,6%%(, Torino /19,4%), Milano (18,5%) e Bologna (17,2%).