Dacia Duster / Gruppo Renault
in foto: Dacia Duster / Gruppo Renault

Sorprese di fine anno per il mercato italiano dell’auto: secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il mese di dicembre ha fatto segnare una crescita a doppia cifra (+12,5%) con 140.075 unità registrate nonostante la domanda, con 1.916.320 immatricolazioni nell’arco dell’intero 2019, abbia portato a un incremento di soltanto lo 0,3% rispetto al 2018, quando le auto vendute erano state 1.910.710, in calo del 3,3% rispetto al 2017. Sul fronte delle alimentazioni, uno degli aspetti più significativi è rappresentato dalla contrazione delle vendite di vetture diesel, in flessione di 11,5 punti percentuali in termini di quota, a fronte della propensione all’acquisto di modelli a benzina che rappresentano la fetta di mercato più alta, con il 44,3% delle immatricolazioni totali e una crescita di 9 punti percentuali rispetto al 2018. Positive anche le vendite di ibride ed elettriche che però rappresentano solo il 6% del mercato. Tra i segmenti spicca invece il risultato di suv e crossover che superano un terzo delle vendite del 2019 (33,5%), dietro solo alle berline (46,7%) che però cedono quasi 2 punti percentuali nel confronto con il 2018. I dati complessivi permettono di delineare anche le preferenze degli automobilisti per quanto riguarda i modelli più gettonati, stilando la classifica delle auto più vendute nel 2019. In particolare, nell’anno da poco concluso, ci sono state conferme ma anche alcuni exploit, tra l’altro previsti nell’analisi fatta prima della pubblicazione dei numeri ufficiali. Analizziamoli uno per uno.

1. Fiat Panda

Anche nel 2019, la regina incontrastata delle vendite è la Panda che, per il settimo anno consecutivo, si conferma l’auto più venduta in Italia. È dal suo lancio, avvenuto nel 2012, che la city car di casa Fiat è la più amata dagli automobilisti dello Stivale con 138.132 immatricolazioni e un incremento delle vendite che, nel cumulato gennaio-dicembre, fa segnare 13.866 registrazioni in più rispetto allo stesso periodo del 2018. Risultato dunque più che positivo per la terza generazione del modello, con un trend di 11.511 unità/mese e più del doppio delle immatricolazioni della sua prima inseguitrice.

2. Lancia Ypsilon

Correva con l’obiettivo della piazza d’onore che ha pienamente centrato, guadagnando ben due posizioni rispetto alla classifica dell’anno precedente: la Lancia Ypsilon sale sul secondo gradino del podio con un importante incremento delle vendite, vale a dire 10.204 registrazioni in più rispetto al 2018. Nell’arco dell’intero 2019 sono state 58.759 le unità immatricolate, con un trend di 4.897 auto/mese.

3. Dacia Duster

Il suo è stato il passo in avanti più grande, rafforzato dall’exploit di fine anno con cui scavalca la diretta rivale: Dacia Duster è la vera sorpresa delle vendite del 2019 con 43.701 immatricolazioni e ben 16.044 registrazioni in più del 2018: un risultato sensazionale per il suv compatto del marchio rumeno controllato da Renault che, con un trend di 3.642 unità/mese, nel 2019 ha guadagno ben 18 posizioni in classifica, conquistando il terzo gradino del podio e lo scettro di auto straniera più venduta in Italia.

4. Fiat 500X

Beffato al fotofinish, il crossover di casa Fiat chiude il 2019 con 42.554 immatricolazioni e una flessione delle vendite che, nel cumulato, annuo tocca le 7.377 registrazioni in meno rispetto al 2018. Nel mese di dicembre le 500X vendute sono state 2.747 a fronte di un trend di 3.546 auto/mese: un rallentamento che, considerato anche il calo fatto segnare alle sue spalle, ha permesso al modello dell’ex Lingotto di assicurarsi comunque la piazza ai piedi del podio.

5. Renault Clio

Rispetto al 2018, la Renault Clio perde tre posizioni in classifica, cedendo lo scettro di auto straniera più venduta in Italia. Con 41.792 immatricolazioni nel 2019 e 9.836 registrazioni in meno rispetto all’anno precedente, la citycar francese ha persino rischiato di uscire definitivamente dalla top five. Nel mese di dicembre sono state 2.740 le Clio registrate, in netto calo rispetto al trend di 3.483 unità/mese messo a segno nel 2019: una contrazione che avrebbe potuto compromettere anche sua presenza nella top five, visto che la sua inseguitrice è dietro di esattamente 109 unità.

Renault Clio / Renault
in foto: Renault Clio / Renault

6. Jeep Renegade

Rispetto al 2018 perde una posizione nella classifica delle auto più vendute ma, con 41.683 immatricolazioni nell’arco del 2019, la Jeep Renegade riesce comunque a tenere testa alle rivali. Anche nel suo caso, le 2.706 unità registrate a dicembre sono al di sotto del trend di vendita (3.474 auto/mese) ma, a fronte della contrazione fatta segnare nell’ultimo mese dal modello che la segue, il cumulato annuo permette al suv compatto di accaparrarsi la sesta piazza della top ten italiana.

7. Citroen C3

Con 41.646 immatricolazioni e un trend di 3.470 auto/mese, la Citroen C3 perde una posizione in classifica rispetto al 2018. A dicembre le registrazioni sono state 2.281, dunque ben al di sotto del ritmo di vendita fatto segnare durante l’anno: un rallentamento che nel cumulato le costa la sesta piazza di appena 32 unità rispetto alla Renegade.

8. Volkswagen T-Roc

Dopo la Dacia Duster, è la seconda new entry nella classifica delle dieci auto più vendute del 2019: lanciata sul mercato alla fine del 2017, la Volkswagen T-Roc ha scalato ben 15 posizioni rispetto al 2018, guadagnando l’ottava piazza con 39.600 immatricolazioni e ben 15.939 registrazioni in più rispetto all’anno precedente. Il suo trend di vendite si attesta a 3.300 unità/mese.

Volkswagen T–Roc
in foto: Volkswagen T–Roc

9. Toyota Yaris

Guadagna due posizioni rispetto al 2018, tornando a far parte della top ten italiana: con un cumulato annuo di 36.805 immatricolazioni e un trend di 3.067 unità/mese, la Toyota Yaris è ai piedi del podio delle straniere preferite dagli italiani, anche se il ritardo dalla T-Roc che la precede è di ben 2.795 unità.

10. Jeep Compass

La top ten del 2019 si chiude con un’altra new entry: nonostante la contrazione delle vendite rispetto al 2018 (3.332 le immatricolazioni in meno nel confronto con l’anno precedente), la Jeep Compass guadagna due posizioni in classifica con 35.568 registrazioni e un trend di 2.964 auto/mese. Battuta di appena 75 unità la Fiat 500 che scivola in 11° posizione.

Jeep Compass / FCA
in foto: Jeep Compass / FCA