Si chiama Leaf Dream Drive e nasce dalla collaborazione di Nissan con il noto sound designer londinese Tom Middleton per i genitori che ricorrono al magico potere del dream driving per aiutare i bambini ad addormentarsi. Una consuetudine, quella di fare un breve giro in auto per favorire il sonno dei più piccoli, molto più diffusa di quanto si creda.

Il 60% dei genitori ricorre al dream driving

Un’indagine condotta in Europa ha infatti evidenziato che il 60% dei genitori utilizza il proprio veicolo per il dream driving, di cui il 57% almeno una volta alla settimana. Lo studio ha inoltre indicato che il 70% si sentirebbe meno colpevole per le emissioni utilizzando un veicolo elettrico anziché uno con motore endotermico che, per 15 minuti di dream driving alla settimana, in un anno produce in media fino a 70 kg di CO2. Oltre a ciò, analizzando il motivo della scelta, il 70% degli intervistati ritiene che il successo di questa pratica sia dovuto al movimento del veicolo stesso, in grado di rilassare e favorire il sonno dei propri figli, mentre in realtà, fanno sapere da Nissan, è prevalentemente legato alle frequenze sonore dei motori tradizionali. Ragione per cui, nonostante i veicoli elettrici come Leaf rappresentino l’opzione migliore per il dream driving, la silenziosità del motore elettrico può non essere altrettanto efficace. “I motori a combustione – spiega Paul Speed-Andrews, Noise and Vibration Development Manager di Nissan – emettono una frequenza sonora che è una combinazione di rumore bianco, rosa e marrone con tonalità variabile, creando così un ambiente sonoro orchestrale ideale per calmare e tranquillizzare il bambino”.

La prima ninna nanna a zero emissioni

Con queste premesse, Nissan ha avviato il progetto Leaf Dream Drive, mettendo a punto la prima ninna nanna a zero emissioni, una playlist di cinque tracce da tre minuti ciascuna che unisce le ricerche sullo sviluppo uditivo infantile alla creatività, ispirandosi ai suoni percepibili e non percepibili di Nissan Leaf. “Oltre alle frequenze dei motori a combustione udibili solo dall’orecchio infantile che cullano il bambino aiutandolo ad addormentarsi, tutti i suoni che si sentono sono il frutto dell’orchestrazione di suoni e ritmi registrati all’interno e all’esterno di una Leaf – racconta Middleton che per la prima volta ha lavorato alla realizzazione della playlist per bambini insonni – . Con Nissan abbiamo messo a punto modalità innovative, rispettose della salute e della sicurezza, per dotare i veicoli elettrici di suoni funzionali che vadano oltre il veicolo in sé, per una funzionalità e un design dell’auto di nuova generazione che mettano sempre al centro la persona”.

Disponibile in streaming e per il download sui principali siti e piattaforme musicali online come Apple Music, Spotify, SoundCloud, YouTube e Deezer, la Leaf Dream Drive può rendere il viaggio ancora più rilassante anche per i genitori. Collegando lo smartphone alla propria Nissan Leaf tramite Android Auto o Apple CarPlay è possibile riprodurre la ninna nanna, coniugando multisensorialità, tecnologie immersive e design del suono, ed esplorando così nuove opportunità di benessere nell’ambito della mobilità. L’assenza di emissioni inquinanti e la funzionalità e-Pedal di Nissan Leaf contribuiscono inoltre a una guida più fluida, consentendo di accelerare e frenare con un solo pedale, mentre il sistema di assistenza ProPILOT riduce in misura significativa la tensione al volante, mantenendo velocità costante, distanza di sicurezza e il veicolo al centro della corsia.