Ha dovuto attendere tredici gare per poter esultare, ma alla fine la Ferrari è riuscita a cogliere la prima vittoria stagionale: grande merito va a Charles Leclerc, autore di una grande gara a Spa-Francorchamps, ma anche all'altro pilota della Rossa, Sebastian Vettel, che si è sacrificato per bloccare Lewis Hamilton e fargli perdere tempo permettendo al monegasco di tagliare il traguardo per primo.

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto – Ferrari
in foto: Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto – Ferrari

Il team principal loda il lavoro di squadra della Rossa

Una liberazione per la Rossa e anche per Mattia Binotto, team principal del Cavallino, che spesso in questa stagione è finito nel mirino della critica per alcune scelte di strategia rivedibili: il successo ottenuto in Belgio, però, cancella tutte le critiche e permettere alla scuderia di Maranello di proiettarsi verso l'appuntamento di Monza nel migliore dei modi.

Sono felice per Leclerc, per la squadra e per i tifosi.Charles è andato forte tutto il weekend così come in Bahrain. Oggi è stato molto veloce, si è meritato questa vittoria, l'ha voluto anche per Anthoine – ha dichiarato ai microfoni di Sky -.  Gara dura, abbiamo sofferto ma era importante portarla a casa. Grande merito va anche a Seb, abbiamo giocato di squadra; era necessario fermarlo presto perché altrimenti gli altri ci sarebbero passati davanti. Rallentare Hamilton era importante, piuttosto che essere quarto è meglio tentare in pista. Se guardiamo l'usura delle gomme, anche quando si è fermato Seb, non era molto elevato. Doppietta sfumata? Quando uno parte dalla prima fila bisogna provarci. Le gare, però, sono anche queste; Mercedes ha girato forte sulle medie ma avremo altre occasioni a partire dalla prossima.

Una vittoria che rende meno amara una stagione comunque non all'altezza e che permette alla Rossa di non chiudere a quota zero vittorie: adesso l'attenzione è tutta sul prossimo appuntamento, quello di Monza, che rappresenta la gara di casa per la Ferrari. Binotto è convinto che, già nel prossimo weekend, potrebbe arrivare il secondo successo stagionale, magari stavolta con Vettel che è arrivato a 21 gare senza tagliare il traguardo per primo: "Vittoria che fa bene al morale, spero faccia bene anche ai tifosi. Adesso celebriamo i 90 anni, poi ci sarà Monza: so che le aspettative sono elevate, sta a noi cercare di tenerle basse. Il motore, quando va bene, è sempre un buon motore: porteremo la nostra nuova unità, la prima preoccupazione nostra è che sia affidabile. Vettel? Ci tiene, non mancheranno le occasioni per vincere anche per lui, ne sono certo" ha dichiarato il team principal della Ferrari.