L’annuncio di Casey Stoner preoccupa i fan. Il campione MotoGP di Ducati e Honda ha rivelato di dover assumere una serie di farmaci per combattere una grave sindrome da stanchezza cronica, la stessa patologia che nel 2009 lo costrinse a saltare tre gare e che successivamente venne collegata a un’intolleranza al lattosio. Stoner lo ha rivelato nel nuovo episodio di Rusty’s Garage e le sue parole hanno rapidamente fatto il giro del web. L’asso australiano ha descritto la situazione come “abbastanza seria al punto di dover rinunciare ad alcuni dei suoi hobby preferiti, come il karting e il tiro con l’arco.

L'annuncio sulle condizioni dell'ex MotoGP

Non vado più in kart da più di un anno –  ha detto Stoner al conduttore Greg Rust – Non ho più l'energia per farlo. Se provo a farlo per un giorno, resterò sul divano per una settimana. Non ho fatto molte cose che mi divertono ultimamente ed è un po' frustrante. Sono anche una decina di mesi che non riesco a fare neanche tiro con l'arco”.

Fondamentalmente, con questa fatica cronica non sono in grado di mantenermi in forma ed in salute. Ho un problema, perché le mie costole vanno fuori asse ed essendo collegate alle vertebre, mi generano dolore anche alla schiena. È una situazione che mette pressione sui dischi, facendo fuoriuscire un po' di liquido. Questo a sua volta mette pressione sul nervo e genera degli spasmi. E ci vuole una settimana circa prima che le cose tornino alla normalità”.

Casey: "Sta diventando difficile anche per mia moglie"

Casey ha spiegato che i sintomi della stanchezza cronica lo hanno tenuto lontano anche dalle moto, dopo l’ultimo test svolto in qualità di collaudatore della Ducati MotoGP a Sepang nel gennaio 2018. “La prima volta che sono salito su una moto dal gennaio dello scorso anno, quando avevo fatto i test, è stato solo un paio di settimane fa, quando ero negli Stati Uniti per un evento Alpinestars – ha spiegato – Abbiamo fatto pochi giri con degli altri ragazzi. Non abbiamo spinto o altro, ma per me è già stato abbastanza. In questi ultimi mesi sto migliorando con alcuni farmaci che sto assumendo, ma non sono ancora vicino a ricominciare ad allenarmi o a fare le cose che mi piacciono. Altrimenti devo stare sul divano per una settimana, o almeno quattro o cinque giorni. E questo rende la vita difficile anche a mia moglie Adriana”.

Casey Stoner, 34 anni / Getty Images
in foto: Casey Stoner, 34 anni / Getty Images

Stoner e Adriana si sono conosciuti nel 2003 e sposati nel 2007. Rispetto ad allora, entrambi hanno cambiato la loro routine, soprattutto Casey che, dopo il ritiro dalle competizioni arrivato alla fine del 2012, era rimasto legato alla Honda come collaudatore. Sempre nel 2012 è nata anche la sua prima figlia, Caleya Maria Stoner (ironia della sorte il 16 febbraio, il giorno del compleanno del suo storico rivale Valentino Rossi) e la famiglia si è ulteriormente allargata con l’arrivo della seconda figlia, Alessandra Maria, nata nel 2017.

Nel frattempo arrivò la sua decisione di rientrare in Ducati come tester d’eccezione e la sua ultima uscita in MotoGP risale al 2018, quando tornò a girare come collaudatore in sella alla Desmosedici nei test invernali in Malesia, dove seguì da vicino gli ufficiali Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo ma declinò l’offerta di fare da personal coach dello spagnolo sbarcato da un anno a Borgo Panigale. Sempre ferma, invece, la sua decisione di non tornare a gareggiare in un Gran Premio del Motomondiale, neppure come wild card in gare particolari, come quella di casa a Phillip Island. Ora l’annuncio del pilota sulle sue reali condizioni e il problema che lo affigge dai tempi delle corse. Non possiamo che augurare a Casey di superare in fretta questa ulteriore ricaduta e di tornare presto a godersi passioni e famiglia senza alcun problema.