Fine dell’anno e tempo di bilanci per il mondo dello sport, in particolare per la Formula 1 dopo una stagione che, come quella del 2019, ha finalmente restituito agli appassionati grande spettacolo in pista. L’Oscar di miglior attore è andato a Charles Leclerc, il giovane pilota monegasco che nel corso della sua prima stagione in Ferrari è stato in grado di ribaltare le gerarchie interne che avrebbero voluto il più esperto compagno di squadra Sebastian Vettel prima guida.

Leclerc, la battuta su Vettel finisce in tv

Talento e determinazione, ma anche una grande solidità mentale e nessun timore reverenziale, lo hanno consacrato leader sul campo. C’è anche da dire che, la nuova generazione di piloti, amata o meno che sia, in questi ultimi anni ha saputo regalare imprese addirittura superiori a quelle del giovane monegasco (guardando non troppo lontano, basta infatti pensare a Marc Marquez e al suo anno di debutto in MotoGP, il 2013: titolo di Campione del mondo, 6 vittorie, 16 podi e 9 pole, contro rivali del calibro di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso).

Quanto però messo insieme da Leclec nel 2019 (2 vittorie, 9 podi, 7 pole e il 4° posto in campionato davanti a Vettel) gli è bastato a conquistare il cuore dei tifosi Ferrari, il nomignolo di “Predestinato” e la conferma di Maranello fino almeno al 2024. Nel 2020 si ritroverà (forse per l’ultima volta – Vettel si è offerto alla McLaren per il 2021) nuovamente accanto al tedesco, primo rivale a parità di auto ma anche compagno di squadra “da cui ho imparato moltissimo” ha ammesso lui stesso dopo l’ultimo GP dell’anno ad Abu Dhabi. Sul loro rapporto si è già detto e scritto tantissimo, tanto da oltrepassare i confini della Formula 1 e sbarcare addirittura in televisione, tra trasmissioni (più o meno) del settore ma anche edificanti premiazioni.

Di spalle Charles Leclerc, 22 anni, insieme a Sebastian Vettel , 32 / Getty
in foto: Di spalle Charles Leclerc, 22 anni, insieme a Sebastian Vettel , 32 / Getty

Ed è così che, in occasione dei Gazzetta Sports Awards, Leclerc è finito addirittura sulla graticola della mitica Geppi Cucciari. Al monegasco è andato il premio “Exploit dell’anno” e, una volta sul palco, ha saputo tenere testa alla pungente comica italiana. “So che con Vettel i rapporti sono ottimi… che gli hai scritto ‘Bravo’ sulla fiancata dell’auto con una chiave” scherza la Cucciari.

Sì, stasera gli scriverò sull’altro lato ‘Buon Natale’ – l’esilarante battuta di Leclerc finita su LA7 tv – . A parte gli scherzi, il rapporto tra me e Seb è molto meglio di quel che sembra da fuori. Siamo abbastanza maturi per capire che, dietro quello che succede in pista, c’è tanta voglia di vincere. E questo vale anche per me, la mattina mi sveglio con una voglia di vincere….