I fratelli Marquez festeggiano la doppietta Mondiale / Box Repsol
in foto: I fratelli Marquez festeggiano la doppietta Mondiale / Box Repsol

Dieci titoli in due, otto per Marc e due per Alex, i fratelli Marquez che in questo 2019 hanno conquistato rispettivamente la corona della MotoGP e della Moto2. Il “Marcziano” ha chiuso i giochi già in Thailandia, con quattro gare di anticipo rispetto alla fine del campionato. Alex, invece, ha messo il suo sigillo in classe intermedia domenica scorsa a Sepang quando manca ancora un GP da disputare.

Marc e Alex "Champion Brothers"

Nuovo bis iridato come nel 2014 per i due figli di papà Julià e mamma Roser che, tornati nello stesso anno sul tetto del mondo, hanno festeggiato a Cervera, la loro città natale, la nuova doppietta targata Marquez. Il tema dei festeggiamenti non poteva quindi essere diverso dal chiarissimo “Champion Brothers” come si legge sul camion che il fan club del #93 ha acquistato per celebrare queste occasioni e sulle grafiche che sono state sistemate qua e là nel paesino catalano. I Marquez hanno festeggiato sfilando per le strade, insieme ai familiari e agli uomini di Honda e Marc Vds, celebrati da migliaia di appassionati e tifosi.

La sfilata si è conclusa in piazza Pio XII dove sono saliti sul palco, per salutare il pubblico delle grandi occasioni. “È sempre bello festeggiare il titolo a Cervera, ma quest’anno è ancora più speciale poterlo fare insieme a mio fratello, festeggiando entrambi i titoli iridati. Per me sono già otto mondiali, qualcosa che ha molto peso e di cui essere molto soddisfatti. Questo 2019 è stato il mio miglior anno in MotoGP e nella mia carriera sportiva – ha sottolineato Marc che in 18 GP finora disputati è salito 17 volte sul podio, vincendo 11 gare e chiudendo in seconda posizione le altre 6 – . Una stagione perfetta che sarà molto difficile da ripetere. Nonostante questo, l’anno prossimo inizieremo con la stessa mentalità e con lo stesso obiettivo, tornare ad essere campioni. Vincere ti dà più benzina e io non mi accontento, voglio sempre di più”.

Oltre all’ottavo titolo in carriera con cui è andato a quota -1 dai nove di Valentino Rossi, Marc ha anche stabilito il nuovo record di punti in una sola stagione, avendo già toccato quota 395 lunghezze in 18 round con la possibilità di estendere ulteriormente il primato nella finale di Valencia. Alex invece, che come Marc ha deciso che nel 2020 non sfoggerà il numero #1 sulla carena, affronterà un altro anno in Moto2 prima di affrontare il salto il top class. “Abbiamo fatto un anno perfetto, incredibile essere di nuovo campioni insieme”.