Il suo habitat naturale è la città, ambiente per il quale la nuova Citroen C1 è nata sfruttando le dimensioni compatte e lo stretto raggio di sterzata per semplificare le manovre di parcheggio; una citycar, quella della casa del Double Chevron, dedicata agli amanti della tecnologia che non vogliono rinunciare alle comodità offerte ai nuovi sistemi di connessione anche mentre sono al volante della propria vettura.

La Citroen C1
in foto: La Citroen C1

Look accattivante, dimensioni contenute e le numerose possibilità di personalizzazione sono i punti di forza della vettura della casa transalpina che può contare su tutte le ultime tecnologie come le luci diurne a Led, la telecamera posteriore che proietta immagini sullo schermo da 7 pollici e il sistema Mirror Screen compatibile con i protocolli Mirror Link, Apple Car Play e Android Auto grazie al quale è possibile utilizzare le funzioni principali del proprio smartphone direttamente dal touch screen situato sulla plancia dell'auto.

Il sistema di connessione della Citroen C1 attraverso l’app "My Citroen"
in foto: Il sistema di connessione della Citroen C1 attraverso l’app "My Citroen"

 Sempre sotto controllo con l'app "My Citroen"

Oltre a questo, inoltre, la piccola francese, attraverso l'app "My Citroen", permette al guidatore di tenere sotto controllo tutti i parametri della vettura: basta un clic sullo schermo del proprio telefono per conoscere esattamente lo stato del veicolo. Dal punto di vista delle prestazioni, poi, la Citroen C1 può contare su un compatto propulsore da 3 cilindri in grado di fornire 72 Cv – 4 in più rispetto alla versione precedente – che rappresentano il giusto compromesso per soddisfare le esigenze di mobilità urbana con i consumi ridotti ed emissioni contenute grazie anche alla trasmissione a cinque rapporti, disponibile sia con cambio manuale che con cambio meccanico elettro-attuato; quest'ultimo, infatti, è un cambio ideale principalmente per l’uso cittadino, dotato anche di palette al volante per ridurre al minimo lo stress nel traffico delle grandi metropoli