Juan Manuel Correa, il pilota di Formula 2 coinvolto nell'incidente nel quale ha perso la vita Anthoine Hubert nella gara di Spa-Francorchamps, è ormai fuori pericolo e sembra essersi messo il peggio alle spalle: l'americano, infatti, ha evitato l'amputazione del piede destro dopo un'operazione di ricostruzione dell'arto, durata ben 17 ore, e perfettamente riuscita da parte dei medici dell'ospedale di Londra presso il quale è ricoverato.

Juan Manuel Correa – Foto Instagram
in foto: Juan Manuel Correa – Foto Instagram

Correa era stato portato in ospedale proprio in seguito all'incidente in Belgio con gravi lesioni alle gambe, ma successivamente erano stati i polmoni a destare le preoccupazioni maggiori tanto da spingere i medici che lo avevano in cura ad indurre il coma fino ad un miglioramento delle condizioni. Adesso, però, il pilota a stelle e strisce, è fuori pericolo e tra circa sei settimane potrà lasciare l'ospedale: "I medici hanno eseguito una combinazione di lembo ortopedico e chirurgia di fissazione esterna e, dopo un intervento durato 17 ore, i dottori hanno confermato che l'operazione ha avuto successo. Durante la procedura i medici sono stati costretti a rimuovere più materiale del previsto risolvendo diversi problemi sopraggiunti ai vasi sanguigni, ma l'obiettivo principale è stato raggiunto" si legge nel comunicato diffuso dalla famiglia.

Medical Update: Juan Manuel Correa – Thursday, October 3, 2019 On Sunday, September 29th, Juan Manuel Correa was admitted into a planned operation to reconstruct his lower right extremity. Doctors performed a combination of Orthopedic Flap and External Fixation Surgeries, and after 17 hours in the operating room, the 20-year-old emerged with hopeful news from doctors that the surgery was successful. The days following the surgery were stressful, as though deemed a success in the operating room, the next 48 – 72 hours were critical in the final outcome of the Flap Surgery procedure. Now Thursday, and more than 72 hours later, doctors are confident in a successful procedure while still under careful observation. During the procedure, doctors were forced to remove more bone material than they anticipated and solve several blood vessel issues, but state that the main objective of the surgery was achieved. Juan Manuel remains in a London hospital, and he is scheduled for one additional, less complex surgery in two weeks’ time. Doctors expect Juan Manuel will be able to leave the hospital in approximately six weeks. He will then embark on the road to recovery. The next year will be full of physical therapy, rehabilitation and corrective surgeries with the aim and objective of regaining the full use of his right foot and ankle. “These past few weeks have been extremely tough, tougher than anything I have ever faced both physically and mentally. I understand my future regarding the recovery of my legs, specifically my right leg is still quite uncertain, and that my physical rehab will be extremely long and complicated. I am still processing everything that has, and is, happening,” explained Juan Manuel. “I want to thank every single person who one way or another has shown me their support. I am humbled by the immense number of caring and affectionate messages I have received. Thank you all from the bottom of my heart and know that your encouragement and positivity have made a difference.” #StayStrongJM **Version en español disponible en el link en bio: www.jmcorrea.com **

A post shared by Juan Manuel Correa (@juanmanuelcorrea_) on

Correa, adesso, rimarrà in ospedale a Londra per recuperare le energie e tra due settimane è previsto un nuovo intervento minore. I medici si aspettano che il giovane pilota possa uscire dalla struttura che lo ha ospitato fino ad ora tra circa sei settimane per iniziare il processo di recupero che prevede terapia fisica e riabilitazione per cercare di recuperare l'uso completo del piede e della caviglia. Il peggio sembra essere ormai alle spalle per il pilota americano che, dopo la grande paura, può tirare un sospiro di sollievo.