Foto Instagram
in foto: Foto Instagram

Nuova giornata da dimenticare alla Dakar 2020. Gravissimo incidente per Edwin Straver. Il pilota olandese 48enne nella tappa odierna del prestigioso rally si è schiantato con la sua moto, riportando danni gravissimi. Secondo le prime indiscrezioni, Straver rianimato inizialmente sul posto dal team medico, è stato trasportato in elicottero nell'ospedale di Riyadh dove è ricoverato in condizioni critiche. Dopo l'arresto cardiaco, il centauro avrebbe riportato anche la frattura di una vertebra cervicale.

Dakar 2020, gravissimo incidente per Edwin Straver

L'undicesima tappa della Dakar 2020 è stata contraddistinta dal brutto incidente di Edwin Straver. Il pilota olandese della KTM si è schiantato con la sua moto all'altezza del 120° chilometro della tappa odierna. Condizioni subito critiche per lui: il 48enne sarebbe stato rianimato dal team medico, che quando è arrivato sul posto lo ha trovato in arresto cardiaco.

Come sta Edwin Straver, la testimonianza del pilota Mário Patrão

Dopo le prime cure del caso, durate circa 10 minuti Straver è stato trasportato in elicottero in un ospedale di Riyadh. Condizioni disperate per il centauro che avrebbe rimediato la frattura di una vertebra cervicale. Testimone dell'incidente il portoghese Mário Patrão (KTM) che si è prestato per assistere il collega. Queste le sue parole riportate da jn.pt: "Stavo andando al mio ritmo e al chilometro 120, mentre cercavo di trovare un waypoint, ho visto un motociclista che si è schiantato. Ho immediatamente chiamato il team medico e l'ho assistito fino al mio arrivo. Ho sentito il polso al collo mentre mi avvicinavo, ma all'improvviso ho smesso di sentire il battito. Sono stati i 10 minuti più lunghi della mia vita".

Chi è Edwin Straver, ingegnere olandese con la passione delle moto

Edwin Starter ha già partecipato alla Dakar in passato, classificandosi 49° nel 2018 e 30° nel 2019. Nella scorsa edizione ha vinto il premio Originals di Motul. Ingegnere olandese con la passione del motociclismo, Straver si è presentato ai blocchi di partenza con grande entusiasmo, intenzionato a migliorare il risultato della scorsa stagione. Queste le sue parole sul sito ufficiale della Dakar 2020 ad inizio competizione: "Essere di nuovo alla Dakar è il modo di difendere il titolo, ma non cambio nulla. Cercare di rimanere fuori dai guai e portare me e la mia bici al traguardo rimane l'obiettivo principale. Non guarderò la classifica fino agli ultimi giorni. La differenza più grande rispetto allo scorso anno è che ho ancora una bici nuova, una KTM, e l'ho preparata io stesso per conoscerla nei minimi dettagli".