Il dispositivo Street Control – Twitter
in foto: Il dispositivo Street Control – Twitter

Incrementare la sicurezza riducendo al minimo il numero di veicoli che circola senza assicurazione o revisione_ è questo l'obiettivo del "Plate Check", un progetto di monitoraggio, prevenzione e contrasto all’evasione assicurativa intrapreso da Ania e Polstrada. Al fine di garantire la massima resa, quindi, gli agenti sono stati dotati di kit "Street Control", un apparecchio di ultima generazione in dotazione alle forze dell'ordine che promette di non lasciarsi sfuggire nulla.

Può rilevare fino a 100 targhe nell'arco di 20 metri

Lo Street Control è un impianto formato da videocamera a infrarossi e macchina fotografica montato sulle auto della Polizia Municipale e capaci di rilevare 100 targhe al secondo nell'arco di 20 metri analizzando all'istante la regolarità dei mezzi che transitano sulle strade verificando così se sono in possesso della necessaria copertura assicurativa o se hanno superato la revisione. Dopo aver fotografato la targa, il sistema compara i dati con il database della Motorizzazione e invia tutte le informazioni raccolte al tablet in dotazione agli agenti, che così possono fermare in tempo reale i veicoli non in regola, facendo scattare immediatamente la multa – che arriverà direttamente a casa – o disponendo il sequestro del mezzo.

Un vero e proprio spauracchio per gli automobilisti che non sono in regola rendendo praticamente nulle le possibilità di scappare all'occhio elettronico. Affinché la multa sia valida, come specificato anche dal Ministero dei Trasporti, basta che ci sia sempre un agente a visionare il dispositivo. Lo Street Control è già entrato in vigore in 29 delle province con il maggior tasso di sinistrosità e presto verrà esteso anche al resto d'Italia: si annunciano tempi duri per i furbetti delle assicurazioni che, a causa delle telecamere, rischiano di finire nell'occhio elettronico incappando in multe anche piuttosto salate.