Dal 1997 ad oggi, Euro Ncap mette alla prova la sicurezza delle auto prima che arrivino in concessionaria. I crash test, con risultati pubblici, mettono in evidenza pregi e difetti di ogni tipo di vettura, il tutto con la massima imparzialità. Le procedure Euro Ncap col tempo hanno mutato gli standard di sicurezza delle auto in commercio e si stima che questi benefici abbiano salvato oltre 76.000 vite in Europa. Durante i festeggiamenti per i 20 anni, Euro Ncap ha lanciato la Road Map 2025, un programma che punta a rivoluzionare la sicurezza del mondo automotive.

Sicurezza per tutti. Il programma sfrutta l'esperienza di Euro Ncap per dare nuove priorità all'industria automobilistica. L'obiettivo primario è fornire la massima trasparenza ai consumatori, il tutto mettendo in evidenza l'impatto delle tecnologie di automazione sulla sicurezza delle auto in generale. La Road Map 2025 esorta i costruttori a fornire le migliori tecnologie possibili di serie su tutti i modelli e garantirne l'efficacia per ogni tipo di passeggero e con un occhio di riguardo anche agli utenti della strada più vulnerabili.

Crash Test Citroen C3
in foto: La Citroen C3 durante il test del palo.

La Vision Zero. Grande attenzione anche alla sicurezza secondaria, che resta uno dei componenti fondamentali nella valutazione di Euro Ncap. L'obiettivo è quello di integrare appieno sicurezza primaria, secondaria e terziaria, affinché tutte le auto risultino completamente sicure sotto ogni aspetto: dalla prevenzione degli incidenti, alla facilità di estrazione in casi di emergenza. Il tutto col fine di raggiungere la Vision Zero ovvero l'annullamento delle morti su strada entro il 2025. La Road Map introdurrà nuove procedure in maniera graduale seguendo un rigoroso schema:

  • Sicurezza primaria: Monitoraggio del conducente (2020), Sterzata automatica d'emergenza (2020, 2022), Frenata automatica d'emergenza (2020, 2022), Scambio di dati da veicolo a veicolo da da veicolo ad infrastruttura (2024).
  • Sicurezza secondaria: Protezione da colpo di frusta ed impatto posteriore (2020), Sicurezza di pedoni e ciclisti (2022).
  • Sicurezza terziaria: Soccorso, districamento e sicurezza (2020), Rilevamento della presenza di bambini (2022).