L’incidente tra Bottas e Grosjean nelle libere 2 di Abu Dhabi / F1
in foto: L’incidente tra Bottas e Grosjean nelle libere 2 di Abu Dhabi / F1

Secondo turno di libere del GP Abu Dhabi e, con il calare del sole, allo Yas Marina si delinea l’effettivo potenziale di piloti e vetture in questo ultimo round del campionato 2019. Alla fine di una sessione ripartita dal riferimento siglato al mattino da Valtteri Bottas, è stato ancora il finlandese della Mercedes a far segnare il miglior passaggio in 1’36.256, riuscito a migliorare di oltre 7 decimi il miglior personale, precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton che a fine turno a pagato un ritardo di 3 decimi dal riferimento di questa prima giornata.

Incidente e miglior tempo per Bottas

Turno dunque positivo per il finlandese, anche se è stato protagonista di un incidente nelle fasi finali del turno, portando all’esposizione della bandiera rossa che ha interrotto per qualche minuto la sessione. Nell’approcciare alla curva 11, Bottas si è ritrovato incolpevolmente coinvolto nel contatto con la Haas di Romain Grosjean che dall’esterno ha chiuso la traiettoria mentre il finlandese completava il suo sorpasso all’interno. Ad ogni modo è Bottas a prendersi la testa della classifica di oggi, nonostante il cambio di power unit che domenica lo costringerà a partire dal fondo dello schieramento.

Inseguono Leclerc e Vettel

Inseguono le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel che a fine turno si ritrovano in terza e quarta posizione, racchiuse in poco più di 4 decimi dal riferimento. Per il monegasco è arrivato anche il brivido di una sbavatura nell’ultimo settore, nello stesso punto in cui al mattino era stato Vettel a incappare in testacoda, danneggiando la sospensione posteriore contro le barriere. Stessa situazione in cui si è ritrovato anche Antonio Giovinazzi che con l’Alfa Romeo alla curva 19 ha sfiorato di millimetro le barriere.

Tornando alla classifica dei tempi, a completare la top five di giornata è Max Verstappen che con la sua Red Bull ha preceduto il compagno di squadra Alexander Albon. Settimo tempo per Romain Grosjean, ottavo per Sergio Perez con la Racing Pont motorizzata Mercedes. A trovare un posto nelle prime dieci posizioni anche le Toro Rosso con Danil Kvyat e Pierre Gasly rispettivamente in nona e decima posizione a oltre 1 secondo dal riferimento.