E' sempre Ferrari contro Mercedes. Anche nell'ultima tappa della stagione, con entrambi i titoli già finiti nelle mani delle Frecce d'argento per quanto riguarda i costruttori e in quelle di Lewis Hamilton per i piloti, lo scontro è ancora una volta tra le due scuderie protagoniste di questo 2017. Ad Abu Dhabi, dopo essersi spartite le prime due sessioni del venerdì, è il team di Brackley a mettere la freccia candidandosi a conquistare l'ultima pole position dell'anno.

in foto: Lewis Hamilton sulla pista di Abu Dhabi – Getty images

A far segnare il miglior tempo è ancora una volta Hamilton, capace di chiudere il suo miglior giro in 1:37.627: una prestazione, quella dell'inglese, che gli vale il record della pista, da confermare però in qualifica. Dietro di lui c'è il compagno di squadra Valtteri Bottas a dimostrare come il tracciato di Yas Marina ben si sposi alle caratteristiche della Mercedes. In terza e quarta posizione ecco le due Ferrari con Kimi Raikkonen che riesce a mettersi davanti all'altra Rossa di Sebastian Vettel: diverse le modifiche fatte sulle due monoposto, soprattutto su quella del finlandese, che dimostra come il Cavallino non abbia trovato l'assetto perfetto in vista della qualifica rimediando mezzo secondo dal leader.

McLaren ancora nella top ten.

Quinta posizione per la Red Bull di Max Verstappen che conferma di essere la terza forza attualmente in pista grazie anche al sesto tempo dell'altra RB13 di Ricciardo. Continua a migliorare Fernando Alonso, tornato competitivo in un finale di stagione che potrebbe regalare finalmente una soddisfazione allo spagnolo, che riesce a prendersi il 7° tempo. Potrebbe essere la McLaren la sorpresa del weekend visto che anche l'altra arancione di Stoffel Vandoorne riesce a piazzarsi tra i primi dieci chiudendo in ottava posizione. A chiudere la top ten, invece, Sainz e Perez. Anche un fuori programma in quest'ultima sessione di prove libere: a causa del forte vento, infatti, è volato un ombrellone in pista che è andato a piantarsi proprio in mezzo a una chicane. Nessun problema per le vetture, ma la direzione gara è dovuta ricorrere alla virtual safety car per rimuoverlo.