La Formula 1 sbarca a Suzuka e a complicare i piani delle scuderie ci pensa il tifone Higibis; gli organizzatori, a scopo precauzionale, hanno deciso di annullare la giornata di sabato comprimendo così il programma della domenica nella quale si correranno qualifiche e gara. Una scelta che rende già decisive le prove libere per i team che sono scesi subito in pista senza perdere un secondo per iniziare a testare le vetture.

Valtteri Bottas – Getty images
in foto: Valtteri Bottas – Getty images

Bottas davanti a tutti, Ferrari costrette a inseguire

Mercedes è stata senza dubbio la più reattiva: le Frecce d'argento, che a Suzuka hanno la possibilità di vincere il titolo costruttori, hanno impresso subito un ritmo impressionante mettendosi a guidare il gruppo grazie a Valtteri Bottas, capace di fermare il cronometro sull'1:28.731 con gomme soft, precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton di appena 76 millesimi di secondo. Per l'inglese anche un inconveniente con il disco dei freni che ha preso fuoco a causa di un surriscaldamento. Terzo tempo, invece, per la prima delle Ferrari guidata da Sebastian Vettel che ha chiuso il suo miglior giro con un secondo di ritardo rispetto al finlandese mettendosi alle spalle il compagno di squadra Charles Leclerc; le Rosse, però, sembrano aver impostato un programma di lavoro diverso puntando soprattutto alla preparazione della gara.

Più lontane ancora, invece, le Red Bull che sulla pista di casa della Honda non sembrano ancora essere riuscite a trovare il passo giusto con Max Verstappen a pagare 1,3 secondi dal leader e Alexander Albon in sesta posizione ad addirittura un secondo e mezzo. Subito dietro le due vetture di Milton Keynes ecco la McLaren di Carlos Sainz che, nonostante un problema ad inizio sessione che ha provocato la virtual safety car, ha chiuso in settima posizione precedendo le due Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll così come il compagno di squadra Lando Norris.