Si alza il sipario sul Gran Premio d'Italia, ma a rovinare la prima sessione di prove libere, limitando in maniera importante l'attività in pista, ci ha pensato la pioggia: l'asfalto bagnato, insieme ai set di gomme limitati in vista delle prossime giornate caratterizzate dal meteo incerto, hanno infilato frenato le scuderie che hanno preferito non prendere troppi rischi girando il minimo indispensabile sul tracciato di Monza.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Leclerc detta il passo, sorpresa McLaren a Monza

Questo, però, non ha impedito alla Ferrari di prendersi comunque la scena grazie a Charles Leclerc: il monegasco, negli ultimi minuti e con la pista che si andava asciugando, ha fermato il cronometro sull'1: 27.905 mettendosi a guidare il gruppo emozionando il pubblico ferrarista accorso numeroso sulle gradinate del circuito di Monza. Alle sue spalle, a sorpresa, ci sono le McLaren di Carlos Sainz, autore del secondo miglior tempo, e la vettura gemella guidata da Lando Norris che per l'occasione sfoggia un casco speciale dedicato al suo grande idolo Valentino Rossi. Quarto, invece, Lewis Hamilton con la Mercedes.

Una sessione particolare con tante sorprese che regala il quinto tempo alla Red Bull di Alexander Albon mentre sesto è Daniil Kvyat che precede Max Verstappen. Ottavo tempo, invece, per l‘altra Ferrari di Sebastian Vettel, autore di un paio di giri insieme a Lewis Hamilton che hanno entusiasmato i tifosi presenti sugli spalti mentre a chiudere la top ten ci sono la Mercedes di Valtteri Bottas, 9°, e la Toro Rossi di Pierre Gasly. Incidenti, invece, per Kimi Raikkonen, finito in barriera a causa dell'asfalto reso viscido dalla pioggia e per Sergio Perez che ha colpito le protezioni danneggiando la propria Racing Point chiudendo in anticipo la sessione proprio come il finlandese con l'Alfa Romeo Racing.