Max Verstappen e Charles Leclerc rappresentano senza dubbio il futuro della Formula 1, ma anche il presente: i due giovani, infatti, stanno dimostrando a più riprese di essere già pronti a duellare con i grandi del Circus come Sebastian Vettel e Lewis Hamilton e anche a Sochi, in Russia, si sono presi la scena con il monegasco della Ferrari a chiudere in testa la prima sessione di prove libere e l'olandese a far segnare il miglior tempo nella seconda.

Max Verstappen – Getty images
in foto: Max Verstappen – Getty images

Davanti a tutti, nella seconda sessione di prove libere, c'è proprio la Red Bull guidata dal figlio d'arte: Verstappen, infatti, è riuscito a fermare il cronometro sull'1:33.162 facendo segnare, un po' a sorpresa, il miglior tempo mettendosi a guidare il gruppo precedendo la Ferrari di Leclerc – che accusa 3 decimi di ritardo –  e Valtteri Bottas con la Mercedes distante più di mezzo secondo. Un risultato che, se replicato anche in qualifica, darebbe la sesta pole position stagionale al monegasco della Rossa visto che Verstappen sarà costretto a scontare 5 posizioni di penalità per la sostituzione del motore termico sulla sua propria vettura.

Più indietro, invece, i due grandi duellanti nella sfida al titolo delle ultime stagioni: il 4° posto, infatti, è occupato da Lewis Hamilton, apparso un po' in difficoltà con la sua Mercedes, mentre Sebastian Vettel, con l'altra Ferrari, chiude 5° a causa di qualche errore di troppo con le gomme Soft che gli ha impedito di essere al vertice insieme al suo compagno di squadra. Dietro il tedesco c'è la Toro Rosso di Pierre Gasly mentre 7° è Sergio Perez con la Racing Point che precede Nico Hulkenberg e il compagno di squadra Lance Stroll. A chiudere la top ten, invece, ecco la Red Bull di Alexander Albon, autore di una incomprensione con una Mercedes che ha rischiato di vederlo coinvolto in un incidente.