Dopo aver dominato tutte le sessioni di prove libere, le Red Bull devono cedere il passo a Sebastian Vettel: la pole position del Gran Premio di Singapore è del tedesco che ribadisce come il re della città-stato sia sempre lui. Al suo fianco scatterà Max Verstappen mentre in seconda fila ci sono Daniel Ricciardo e l'altra Rossa di Kimi Raikkonen. Solo terza fila per le due Mercedes con Lewis Hamilton solo quinto e Valtteri Bottas che scatterà dalla sesta casella. Dietro di loro Nico Hulkenberg, poi le due McLaren con Alonso e Vandoorne. A chiudere la top ten, poi, Carlos Sainz Jr. Deludono le due Williams, subito eliminate nel Q1.

Sebastian Vettel – Getty Images
in foto: Sebastian Vettel – Getty Images

Griglia di partenza

01 Sebastian Vettel Ferrari
02 Max Verstappen Red Bull Tag Heuer
03 Daniel Ricciardo Red Bull Tag Heuer
04 Kimi Raikkonen Ferrari
05 Lewis Hamilton Mercedes AMG
06 Valtteri Bottas Mercedes AMG
07 Nico Hulkenberg Renault F1
08 Fernando Alonso McLaren Honda
09 Stoffel Vandoorne McLaren Honda
10 Carlos Sainz Jr Toro Rosso Ferrari
11 Jolyon Palmer Renault F1
12 Sergio Perez Force India Mercedes
13 Daniil Kvyat Toro Rosso Ferrari
14 Esteban Ocon Force India Mercedes
15 Romain Grosjean Haas Ferrari
16 Kevin Magnussen Haas Ferrari
17 Felipe Massa Williams Mercedes
18 Lance Stroll Williams Mercedes
19 Pascal Wehrlein Sauber Ferrari
20 Marcus Ericsson Sauber Ferrari (-5 posizioni)

Q3 – Vettel partirà dalla prima posizione, è questo il verdetto delle qualifiche. Al suo fianco Max Verstappen, in seconda fila Ricciardo e Raikkonen. Solo quinto Lewis Hamilton, il grande sconfitto di giornata.

Q2 – Ancora Verstappen a comandare le operazioni con Daniel Ricciardo dietro di lui. Risale Kimi Raikkonen si avvicina prendendosi la terza. Dietro di loro c'è l'altra Rossa di Vettel che si mette alle spalle Lewis Hamilton. Eliminati Grosjean, Ocon, Kvyat, Perez e Palmer.

Q1 – Le due Red Bull confermano di trovarsi a proprio agio sulla pista di Singapore: davanti a tutti si piazza Max Verstappen, seguito da Daniel Ricciardo. Dietro di loro tante sorprese dovute all'evoluzione della pista: Alonso è 3°, Sainz 4°. Dietro Mercedes e Ferrari, poco preoccupate di trovare il tempo in questa fase. Eliminati Ericsson, Wehrlein, Stroll, Massa e Magnussen.