Lewis Hamilton – LaPresse
in foto: Lewis Hamilton – LaPresse

Le gare di Spa e Monza, per Lewis Hamilton, rappresentano due sconfitte da cancellare il più in fretta possibile: il campione del mondo, infatti, è stato costretto a veder tagliare per primo il traguardo il giovane pilota della Ferrari Charles Leclerc che prima lo ha beffato in Belgio grazie al gioco di squadra, poi in Italia lo sfidato nel corpo a corpo uscendone vincitore. Una macchia che il campione del mondo in carica, ormai prossimo alla riconferma, vuole cancellare già a partire dalla gara di Singapore.

La sfida, su un tracciato particolarmente insidioso per via dei muretti a bordo pista che caratterizzano tutti i circuiti cittadini, sarà ancora una volta con Red Bull, particolarmente a proprio agio sulle piste lente, e la Ferrari anche se il britannico della Mercedes non è convinto che le Rosse riusciranno a replicare quanto fatto nelle due gare precedenti.

Questa è una delle gare più dure dell'anno a livello fisico e mentale, sarà battaglia tra noi, Ferrari e Red Bull che mi aspetto siano molto forti. Le Rosse, invece, non so se saranno veloci come nelle ultime due gare oppure no quindi dobbiamo concentrarci esclusivamente su noi stessi cercando di esprimere il massimo potenziale. Non siamo andati così bene negli ultimi anni qui, però i risultati finali non sono stati negativi quindi speriamo di cavarcela anche quest’anno – ha dichiarato in conferenza stampa -. Cosa mi preoccupa? Di sicuro il caldo è un tema al quale siamo molto attenti; forse sarà la gara più calda dell'anno, speriamo non lo sia troppo. Qui le temperature delle gomme sono un problema enorme, specie nel finale di giro le gomme calano drasticamente.

A preoccupare il pilota della Mercedes, più della concorrenza, è quindi il fattore atmosferico che potrebbe incidere sulla durata e sulle prestazioni delle gomme, sempre più decisive in Formula 1. Un problema, quello relativo al caldo, che le Frecce d'argento hanno dimostrato di soffrire particolarmente e che potrebbe portare gli avversari principali, Ferrari e Red Bull, a cercare di approfittarne in ottica gara: Hamilton, però, vuole tornare alla vittoria dopo due gare di digiuno e Singapore, la pista sulla quale detiene il record di successi insieme a Vettel, sembra l'opportunità giusta per chiudere ancora una volta davanti a tutti.