Ci saranno anche Sebastian Vettel e, fresco vincitore della sua prima gara in Formula 1 a Spa, Charles Leclerc. Sull’entusiasmo per il primo trionfo del monegasco che ha rotto il digiuno Ferrari, piazza Duomo, a Milano, si tingerà tutta di rosso. Mancano poche ore all’inizio del “90 Years of Emotion”, il grande evento organizzato dall’Aci per celebrare la 90esima edizione del Gran Premio d’Italia con la Scuderia Ferrari ospite d’onore al suo 90° anno dalla fondazione. Il fitto programma di eventi inizia alle 17 – le porte apriranno alle 16:30 e l’ingresso sarà gratuito.

Mercoledì festa Ferrari a Milano

Sul palco saliranno tanti ospiti e grandi piloti del presente e passato, oltre a giovani promesse e l’attuale line-up della Ferrari, con Vettel e Leclerc e il team principal Mattia Binotto. Hanno finora confermato la loro presenza: Mario Andretti, Alan Prost, Jean Alesi, Gerhard Berger, René Arnoux, Arturo Merzario, Eddie Irvine, Mika Salo, Luca Badoer, Ivan Capelli, Giancarlo Fisichella, Kimi Raikkonen, Antonio Giovinazzi e Felipe Massa. A rappresentare la Ferrari Driver Academy (FDA) saranno Giuliano Alesi, Callum Ilott, Mick Schumacher, Marcus Armstrong, Robert Shwartzman, Enzo Fittipaldi e Gianluca Petecof. Diverse le vetture iconiche che saranno in mostra, compresa la Ferrari 312 F1 del 1967 di Chris Amon, la 312 B3 del 1974 di Clay Regazzoni, la 126 CK di Gilles Villeneuve, la prima Ferrari turbo a vincere un Grand Prix a Monaco nel 1981, e la F2002 con cui Michael Schumacher ottenne il titolo piloti e il campionato del costruttori insieme a Rubens Barrichello.

In programma anche una parata di auto che racconta la storia del marchio di Maranello, istituito diciotto anni dopo la nascita del team. A rappresentare la prima era della Scuderia sarà l’Alfa Romeo 6C guidata negli Anni 30 da Tazio Nuvolari, quando Enzo Ferrari, realizzando il sogno di fornire vetture da corsa ai piloti dilettanti, formò la sua squadra. Ci saranno poi la Ferrari 750 Monza del 1955, una delle auto più famose prodotte nel Dopoguerra, e la 312 T con la quale Niki Lauda vinse il campionato del mondo del 1975, in omaggio al campione austriaco recentemente scomparso. Oltre alle vetture da corsa, sfileranno anche quattro bellissime Ferrari da strada: le Monza SP1 e SP2, in onore della gara di casa, nonché una F8 Tributo e una 488 Pista Spider.