Leclerc al debutto in Ferrari – Foto Twitter
in foto: Leclerc al debutto in Ferrari – Foto Twitter

Lo aveva atteso tanto questo debutto e ora Charles Leclerc può finalmente cominciare a prendere confidenza con la Ferrari, la scuderia per la quale fin da piccolo aveva sognato di guidare in Formula 1. L'occasione giusta è stata quella dei test Pirelli di Abu Dhabi doveil monegasco è sceso in pista con la Rossa nel secondo e ultimo giorno della sessione.

Numero 16 – lo stesso che aveva anche in Alfa Romeo Sauber – e visiera abbassata, Leclerc è volato subito in pista cercando di cominciare a capire a fondo la vettura che lo accompagnerà nel 2019 e oltre: la grande speranza Ferrari, scelta per dare un ricambio generazionale e riportare il Cavallino a competere per il titolo, ha voglia di mettersi alla prova spingendo da subito per dimostrare che l‘intuizione del presidente Marchionne, uno dei suoi principali sponsor in seno alla Rossa, era giusta. Proverà a giocarsi le sue carte consapevole che, con un quattro volte campione del mondo come compagno di box, le gerarchie, almeno inizialmente, non potranno che essere a favore di Vettel: sarà compito suo portare a casa podi e qualche vittoria consentendo alla scuderia di Maranello di rimettere le mani almeno sul mondiale costruttori.

Debuttano anche Sainz in McLaren e Gasly con la Red Bull

Non c'è solo il monegasco, però, a debuttare ad Abu Dhabi: tanti i volti nuovi che si vedono sulla pista di Yas Marina con Pierre Gasly sulla Red Bull, Carlos Sainz Jr a prendere il posto lasciato libero da Alonso in McLaren e il ritorno di Daniil Kvyat, dopo un anno di simulatore Ferrari, alla Toro Rosso. Un antipasto di quello che sarà il 2019 seppur con macchine ancora in configurazione 2018; una prima opportunità per tutti i piloti di cominciare a entrare in sintonia con la squadra e le proprie dinamiche studiando i primi accorgimenti in vista del prossimo anno. Il mondiale di Formula 1 è appena finito, ma all'orizzonte si comincia a scorgere già una nuova stagione.