La pista di Suzuka – LaPresse
in foto: La pista di Suzuka – LaPresse

Dopo le due partite di Coppa del mondo di rugby annullate, il tifone Hagibis si abbatte anche sulla Formula 1 modificandone lo svolgimento del GP del Giappone: gli organizzatori, attraverso una nota, hanno reso noto infatti che per evitare pericoli la giornata di sabato a Suzuka è stata precauzionalmente cancellata; la terza sessione di prove libere non si disputerà mentre le qualifiche verranno corse domenica mattina – alle ore 3 italiane – come già successo nel 2004.

Una decisione presa per non mettere a repentaglio l'incolumità di tutti coloro che avrebbero dovuto essere in pista: "A seguito dell'impatto previsto del tifone Hagibis sul Gran Premio del Giappone di Formula 1 2019, Mobilityland e la Federazione automobilistica giapponese hanno deciso di annullare tutte le attività previste per sabato 12 ottobre. La FIA e la Formula 1 supportano questa decisione nell'interesse della sicurezza per gli spettatori, i concorrenti e tutti sul circuito di Suzuka" si legge in una nota diffusa dal sito ufficiale della Formula 1.

Non è la prima volta che il programma GP del Giappone subisce modifiche a causa del maltempo; anche nel 2010 le qualifiche si erano disputate di domenica, e lo stesso era successo nel 2004, l'anno dell'ultima vittoria della Ferrari, proprio a causa del passaggio di un altro tifone, evento non così impossibile in questo periodo dell'anno nel paese del Sol Levante. Una difficoltà in più per le scuderie che, a questo punto, avranno solo due sessioni di prove libere per preparare le vetture in vista della qualifica, ma soprattutto si troveranno a dover affrontare una giornata particolarmente importante concentrata tutta alla domenica.