Sebastian Vettel, 32 anni / Getty
in foto: Sebastian Vettel, 32 anni / Getty

La Ferrari ha lanciato chiari ed inequivocabili messaggi sul progetto della nuova vettura con cui il blindatissimo Charles Leclerc (prima di Natale la Scuderia ha esteso a tutto il 2024 il suo contratto) e il più esperto Sebastian Vettel (poco probabile il suo rinnovo) affronteranno la stagione 2020. La nuova monoposto, che alla fine di dicembre era già “in avanzata fase di definizione”, nasce come un’evoluzione della SF90 sulla base del regolamento tecnico che, prima della rivoluzione del 2021, resterà lo stesso dell’anno precedente. (“Punteremo alla ricerca del massimo carico aerodinamico per avere più spinta verticale” le parole del team principal Mattia Binotto). Saranno le stesse del 2019 anche le gomme che, per gestire il maggior carico aerodinamico, saranno però soggette a un aumento delle pressioni.

Ferrari 2020, spunta un'immagine spia

Secondo quanto trapelato, il responsabile dell’aerodinamica Enrico Cardile e il responsabile del progetto Simone Resta avrebbero rivisto ogni dettaglio della monoposto che, tra l’altro, avrà nuove ali e un terzo elemento nella sospensione anteriore con un nuovo smorzatore idraulico per rendere l’auto meno nervosa in ingresso e uscita di curva e compensare meglio i movimenti di rollio e beccheggio in frenata e accelerazione. La nuova vettura, per ora identificata con il nome “Progetto 671”, verrà presentata martedì 11 febbraio e manterrà la colorazione rosso opaco che, per le sue caratteristiche, permette di ridurre di circa 1 kg il peso della vernice stessa sulla monoposto. Un risparmio che verrà dunque investito nelle nuove componenti per cercare performance maggiori.

E Vettel è già al lavoro

L’aspetto della nuova monoposto è stato ipotizzato da Paolo Filisetti in alcune illustrazioni per La Gazzetta dello Sport, riprese anche da Auto Bild Motorsport. Dalle informazioni riportate dal sito tedesco, si apprende inoltre che “Vettel – che nel 2020 potrebbe trovarsi per il suo ultimo anno al volante di una Rossa –  attualmente sta facendo di tutto per rendere il Progetto 671 un successo”. Il quattro volte campione del mondo di Formula 1 “sta già lavorando su varie opzioni di assetto al simulatore”. Anche nelle scorse settimane, sempre ad Auto Bild, il tedesco aveva affermato: “La mia stagione 2020 è già iniziata”.