Sergey Sirotkin – Getty images
in foto: Sergey Sirotkin – Getty images

L'arrivo di Robert Kubica, promosso dalla Williams a pilota titolare, e quello di George Russell, hanno di fatto appiedato Sergey Sirotkin, pilota che aveva corso con la scuderia inglese nell'ultimo anno. L'avventura in Formula 1, almeno per la prossima stagione, è arrivata alla conclusione, ma per il giovane russo potrebbero schiudersi le porte della Ferrari.

Il russo candidato al ruolo di pilota di sviluppo per il Cavallino

Il ruolo di piloti titolari è saldamente in mano a Sebastian Vettel e Charles Leclerc, ma per Sirotkin potrebbe essere l'occasione di essere ingaggiato dalla scuderia di Maranello come pilota di sviluppo per il 2019, lavorando così al simulatore e aiutando i compagni di squadra con la fase di crescita della monoposto nell'arco della stagione. "La prossima settimana risolveremo la questione, soprattutto se ci prefiggiamo l'obiettivo di tornare in Formula nel 2020. Questo è potenzialmente un ottimo posto, perché abbracci tre squadre contemporaneamente come Haas, Sauber e Ferrari" sono state le parole di Sirotkin ai media del proprio paese. Una strategia simile a quella del suo predecessore, il connazionale Daniil Kvyat, che ha passato un anno a Maranello prima di rientrare in Toro Rosso, scuderia per la quale correrà nella prossima stagione.

Sirotkin e Wehrlein i candidati al ruolo per la prossima stagione

La Ferrari, quindi, potrebbe passare da un russo all'altro: perso Robert Kubica, che ha preferito l'opportunità di essere titolare in Formula 1 piuttosto che impegnarsi al simulatore, seppure con un team importante come quello del Cavallino, potrebbe essere proprio Sirotkin a prendere il posto di uno tra Giovinazzi – diventato pilota Alfa Romeo Sauber titolare al fianco di Kimi Raikkonen – e Kvyat. Oltre all'ex Williams, inoltre, potrebbe esserci anche Pascal Wehrlein; l'ex pilota della Manor e prodotto del vivaio Mercedes, che nel 2019 correrà in Formula E con il team Mahindra, è sempre più vicino alla Rossa, spinto anche da Sebastian Vettel, al quale lo lega un rapporto di amicizia da tempo. Potrebbero essere Sirotkin e Wehrlein, quindi, i piloti che lavoreranno al simulatore Ferrari contribuendo a far crescere una vettura che dovrà per forza lottare con Mercedes per il titolo mondiale fino all'ultima gara.