Vincere aiuta a vincere. Un concetto che, in Ferrari, dopo i trionfi a Spa e Monza targati Charles Leclerc, sembrano aver fatto proprio concentrandosi già sulla prossima tappa di un mondiale 2019 raddrizzato grazie alla doppietta del giovane monegasco, entrato ufficialmente nella storia della Rossa grazie alla splendida prova nel GP d'Italia.

Per Singapore previste novità aerodinamiche sulla Rossa

Il Gran Premio di Singapore, in questo senso, rappresenta il banco di prova migliore per capire se la Ferrari potrà dare filo da torcere alla Mercedes, fin qui protagonista assoluta del campionato: le caratteristiche della pista, infatti, mal si sposano a quelle della SF90 che, come hanno dimostrato proprio Spa e Monza, predilige i tracciati da alte velocità. A Singapore, infatti, conterà soprattutto il carico verticale e proprio per questo a Maranello sono pronti a portare un pista degli aggiornamenti che potrebbe garantire a Leclerc e Vettel di essere competitivi anche nella prossima tappa; la due vetture del Cavallino, infatti, potranno disporre di un nuovo pacchetto aerodinamico studiato appositamente per piste da alto carico che potrebbe rendere competitive le Ferrari anche su un tracciato simile, per caratteristiche, a quello dell'Ungheria dove i piloti della Rossa rimediarono distacchi di un minuto dalle Frecce d'argento.

Charles Leclerc e Sebastian Vettel – Ferrari
in foto: Charles Leclerc e Sebastian Vettel – Ferrari

La gara di Singapore sarà importante proprio per vedere a che punto è arrivato lo sviluppo della SF90 su tracciati che non sembrano, almeno sulla carta, favorevoli alle due Rosse. Difficile prevedere il risultato di un GP che ha nell'imprevedibilità uno dei suoi punti di forza, ma se la Ferrari dovesse riuscire a cogliere la terza vittoria consecutiva ecco che il mondiale potrebbe incredibilmente riaprirsi: il vantaggio di Lewis Hamilton in classifica non permette di sognare e solo una serie di sfortunate circostanze potrebbe permettere all'inglese di portare a casa il sesto titolo della carriera, ma gli uomini di Maranello sono pronti a dare battaglia fino all'ultima gara possibile cercando di sfruttare ogni occasione utile per rosicchiare più punti possibili alle Mercedes.